Fuga di gas nell’area industriale di Sulmona interdetta per la messa in sicurezza

Area interdetta nell’ex nucleo industriale a Nord di Sulmona (Aq), per 500 metri, dalla rotonda antistante il distributore di carburante per una fuga di gas naturale segnalata verso le ore 8  forse per un guasto al serbatoio interrato del benzinaio.

Aggiornamento. Verso le ore 19 la situazione è tornata alla normalità tutto il gas della cisterna interrata è stato travasato, i mezzi possono circolare sull’area, residenti e commercianti sono rientrati nelle abitazioni e attività commerciali.

Non si può dunque accedere nei pressi del centro commerciale Il Globo. Con una squadra speciale dei Vigili del Fuoco si sta intervenendo per risolvere il problema. Sono state evacuate 4 attività commerciali e 2 abitazioni attigue all’impianto. Carabinieri e municipale garantiscono la messa in sicurezza dell’area e regolano il traffico veicolare, su registrano code e rallentamenti. É consigliabile evitare l’area. É consigliabile, per entrare ed uscire da Sulmona raggiungere le 4 corsie (Ss17) dove alle ore 13 non c’era alcun blocco.

 


Settimane fa nell’area Peligna in molti hanno avvertito odori pungenti di gas nell’aria (forse mercaptani utilizzati per rendere il gas naturale percepibile all’olfatto umano e prevenire gli incidenti derivanti dalle perdite). Dal Mas (Monitoraggio ambientale satellitare) curato dal Sarelf, con il Sentinel (5P), satellite puntato dritto sulle faglie del monte Morrone e della Maiella, i dati evidenziarono la presenza di formaldeide, biossido di azoto e metano nell’aria della valle Peligna. “I gas che sono stati individuati in forma più massiccia rispetto alla normalità, sono arrivati dalla provincia di Chieti, complice anche le perturbazioni di quei giorni e sono scesi in valle Peligna arrivando da Sud Est. Il loro passaggio ha interessato prima Campo di Giove (Aq) e poi si sono concentrati principalmente nella zona industriale di Sulmona” spiegò allora Michele Andreozzi, presidente del Sarelf, al quotidiano il Centro.

mariatrozzi77@gmail.com