Cimitero indecoroso, Luci su Popoli scrive all’assessore per interventi risolutivi

Il cimitero di Popoli (Pe) versa in condizioni pietose e il movimento Luci su Popoli scrive all’assessore comunale ai servizi cimiteriali, Alfredo La Capruccia, evidenziando una serie di problemi segnalati dai popolesi, anche tramite la rete sociale Facebook, affinché s’intervenga nel più breve tempo possibile per risolverli.

“Siamo certi che l’amministrazione vorrà farsi carico di provvedimenti  dovuti e di competenza formale, idonei a dare subito un segno di svolta per risolvere alcuni problemi dando un volto e un’immagine diversa, ma nel contempo voglia anche avviare la Progettazione ristrutturativa generale che dia il senso del decoro e della Memoria storica, che parla della e per la nostra Città.  Quindi, che il Cimitero e i suoi servizi, trovino la giusta considerazione nel bilancio comunale, senza disattenzioni, atteso che l’abbia avuta già in quello in corso e precedenti, probabilmente in forma ampiamente insufficiente, come dimostra  l’elenco – è scritto nella nota oggi inviata all’assessore comunale – É di tutta evidenza che la unica persona addetta alla tumulazione, alle luci e alla pulizia, sia da escludere da qualsiasi responsabilità rispetto a questa situazione che fa capo, evidentemente a una carente gestione generale del problema e alla annosa mancata attenzione manutentiva” concludono Giovanni  Natale,  Fiammetta Cafarelli, Antonio Giangiulio, Concetta Di  Giacomandrea, Daniele Formisani, Maria Concetta Valerio, Lorenza Toppo, Patrizia Sulprizio  Paura Vincenzo,  Ersilia Sabbadini,  Silvano Tommasi, Clementina Canneva, Virginia Santilli, Irene Belloni, Ennia Negrini, Laura Bernabei, Tiziana Di Giandomenico, Franca Coletta , Irene Belloni, Maria Luisa Borrelli, Patrizia Di Lorenzo, Adriana Presutti. Evelina Bernardi, Carmine Borsetti.

Segnalazioni. Sporco generalizzato, è il più sporco del circondario, pareti e soffitti scrostati, manutenzione insufficiente, è indecoroso, fa pietà, non ci sono controlli, rubano, atti vandalici, le luci sulle tombe non funzionano, l’erba alta, Non c’è nemmeno l’acqua, la fontana non funziona. Ragnatele, luoghi ricettacolo di rifiuti in abbandono, lapidi abbandonate in ogni angolo, relegate a un oblio offensivo. Umidità generalizzata.

Suggerimenti. Carenza ore per il personale, mancano delle tabelle con indicazioni di norme di comportamento e decoro, custodia, mancanza di controllo, telecamere, protezione accessi che sono ben 4. Si aggiungano anche  problemi di sicurezza. Le scale di dotazione per accedere ai loculi in alto sono a norma? Inoltre i l ponticello in legno di accesso perché è sbarrato? Perchè non renderlo agibile?  Per non parlare delle ringhiere degli altri ponticelli, arrangiate con balaustre provvisorie da anni, oppure mancanti di esse.  Senza parlare di alcune prese con fili scoperti; non c’è una panchina e gli unici punti dove si evoca una possibilità si sosta, riposo e raccoglimento, ci sono delle  sedie ”fradice”  quasi residuati bellici,  ce n’è una di legno risalente a decine di anni fa probabilmente messa lì da qualche anima buona,  Insomma sedie  improbabili.   Infine  a mo’ di esempio è stato segnalato il Cimitero di Città S. Angelo  dove è prevista anche anche una regolare area per animali  d’affezione: vi sarete accorti che nel ns cimitero c’è n’è una che andrebbe regolarizzata,  e non lasciata all’improvvisazione e neanche a norma-

Pdf lettera di Luci su Popoli, con elenco segnalazioni e proposte, inviata all’assessore