Spacciatore filippino evaso catturato a Pratola

Dal controllo sull’autostrada gestita dalla società Strada dei parchi (A/25), in occasione dell’esodo estivo, la polizia (auto)stradale di Pratola Peligna (Aq) ha tratto in arresto E. P. P. J. 45enne filippino, colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Lecce per traffico di sostanze stupefacenti, esattamente shaboo.

Chiamata anche shabu, è una metanfetamina,  droga sintetica il cui utilizzo si sta allargando a macchia d’olio in tutta Italia, le conseguenze di una dipendenza da questa sostanza stupefacente sono devastanti con effetti irreversibili sulle cellule cerebrali.

Il 45enne di origine asiatica è stato fermato a bordo della propria autovettura nei pressi di Pratola,  probabilmente diretto alla capitale. Dal controllo è emerso che è sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari e non avendo fornito documenti che giustificassero la libera circolazione i poliziotti hanno avviato ulteriori verifiche accertando, con l’ausilio dei carabinieri di Lecce, che il filippino si è allontanato arbitrariamente, da alcuni giorni, dal domicilio facendo perdere le sue tracce. Il tribunale di Lecce ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare in carcere e così l’uomo è stato associato nel carcere di Sulmona (Aq) e denunciato per evasione.