Caso senegalese accoltellato, per il Pd Sulmona è razzista, M5S: ‘lettura a priori razzista’

Tra razzismo e antirazzismo a priori, troppe le strumentalizzazioni fatte a Sulmona (Aq) in questi giorni e il gruppo pentastellato Peligno non vuole farsi condizionare, né condizionare l’opinione pubblica. Così chiarisce in una nota che condannerà tutto quello che c’è da condannare solo quando la vicenda del giovane senegalese, ferito ai confini tra Pettorano sul Gizio(Aq) e Sulmona, sarà chiarita e senza preconcetti o false rappresentazioni.  Il MeetUp Amici di Beppe Grillo Sulmona si dissocia dunque dalla lettura a priori razzista data, al caso, dal circolo del Partito democratico sulmonese che, strumentalmente, ha inteso liquidare questa triste vicenda in una direzione, ben prima della conclusione delle indagini.

Sull’increscioso episodio di violenza a Sadi, accoltellato alla gola e  gettato in un fosso, il circolo pentastellato esprime piena solidarietà a nell’augurare la più pronta guarigione al giovane richiedente asilo, auspica  che i colpevoli vengano individuati e puniti al più presto.

“Dai social le tipiche soluzioni, non provate, e reazioni di pancia in modo tanto banale e pregiudiziale si può anche comprenderle, ma che a puntare il dito come una pistola, genericamente sul razzismo come movente del misfatto, sia un partito strutturato come il Pd, che si autodefinisce progressista e garantista,Francamente fa sorridere, ma anche un po’ inquieta – aggiunge il MeetUp – Davvero si liquida come razzista un episodio con frettolosità e senza averne alcuna prova? Davvero lo si prende e lo si strumentalizza, gli si appiccica la bandiera di partito e si organizzano cortei? Il Pd è ormai ridotto a questo punto di vuoto di valori fondanti e d’incapacità di comprendere la società reale? Non si può accusare di razzismo la nostra comunità, gratuitamente e senza averne le prove, senza conoscere lo svolgimento dei fatti e gli elementi che hanno portato a questa azione violenta. Una diffamazione vera e propria ai danni dei sulmonesi basata sull’illazione, almeno finché le indagini non risolveranno il mistero. Questo è il nostro invito: prima di attribuire le giuste responsabilità alle legittime cause, aspettiamo. Capiamo la fame di voti e il momento (irreversibile) di crisi profonda che il Pd e la sua sezione sulmonese stanno attraversando, ma strumentalizzare l’episodio accaduto con cliché della sinistra, quando questi non hanno riscontro oggettivo nella società reale, non li aiuterà ad avere la fiducia delle persone. Constatiamo che soltanto insinuando questo legittimo dubbio di una possibilità di un atto violento anche non a sfondo razziale, nelle cronache cittadine le certezze si sono trasformate in sembrerebbe e probabilmente, con accorto uso dei condizionali, come d’uopo quando le notizie non sono provate da fatti”.

Scarica in formato Pdf il comunicato del Partito democratico del 3 agosto 2019 

Archivio

Ferito alla gola un senegalese. Non è la prima volta? Altri casi nel comprensorio