Iosonoambiente in Alto Sangro dal 3 agosto con i Carabinieri per la Biodiversità

Parte  #Iosonoambiente, campagna che parte dalla collaborazione tra il ministero dell’Ambiente e i Carabinieri per la biodiversità, volta alla messa al bando della plastica monouso e a scoraggiare l’abbandono della plastica nell’ambiente.

La campagna prenderà avvio nell’Alto Sangro il 3 agosto nel Centro visite della Riserva naturale statale Feudo intramonti a Civitella Alfedena (Aq), con laboratori sull’ecosistema fluviale e sulle microplastiche, nonché l’inaugurazione di statue lignee sul tema Uomo e Natura: una possibile e affascinante convivenza . Presso  centro visite  della Riserva monte Velino a Magliano de’ Marsi (Aq) sarà presente uno stand istituzionale dei Carabinieri, la postazione sarà operativa ogni giorno, dalle ore 9 alle 17, fino al 15 settembre, per informazioni sulla tutela della biodiversità e del riciclo, riutilizzo e riduzione dell’uso della plastica. Entrambe le Riserve sono gestite dal Reparto Carabinieri biodiversità di Castel di Sangro.

Gli ecosistemi naturali e la biodiversità sono minacciati dall’invadente attività dell’uomo che sta portando la biosfera alla sua sesta grande estinzione. L’80% della perdita di diversità biologica è causato dalla distruzione degli habitat e, se non cambiamo al più presto il nostro stile di vita, il 20% delle specie conosciute potrebbe scomparire nell’arco dei prossimi 30 anni e addirittura il 50% entro la fine di questo secolo.  Ogni 20 minuti il mondo perde una o più specie e circa 30 ettari di habitat naturali. Se si pensa che la normale velocità di ricambio delle specie è di circa una ogni 4 anni, l’attuale velocità di estinzione, circa 30 mila all’anno, è senza precedenti. Siamo nel mezzo della più grande estinzione di massa, da quando i dinosauri furono spazzati via 65 milioni di anni fa.

La quantità di rifiuti di plastica nei mari è in forte aumento: ogni anno vengono prodotti a livello mondiale 300 milioni di tonnellate di materie plastiche, di cui almeno 8 milioni finiscono in mare. Una minaccia per le specie marine e per tutti gli ecosistemi, ma anche un rischio per la salute e l’alimentazione umana con implicazioni su settori come il turismo, la pesca e l’acquacoltura. Il ministero dell’Ambiente sta lavorando a una legge per tutelare il mare, ma ogni cittadino può e deve fare la sua parte.

Altre analoghe postazioni dei Carabinieri saranno operative in alcune località turistiche dell’Alto Sangro

Calendario

  • Giovedì 15 agosto, ore 10/13, Civitella Alfedena, Camosciara, Parco Naz. d’Abruzzo
  •  ore 10/13, Pescocostanzo, via O. Colecchi
  •  ore 17/20, Roccaraso, via Roma
  • Venerdì 16 agosto, ore 17/20, Castel di Sangro, piazza Patini
  • Sabato 24 agosto, ore 17/20, Castel di Sangro, piazza Patini
  • Domenica 25 agosto, ore 17/20, Castel di Sangro, piazza Patini

 

  • Sabato 31 agosto, ore 10/13, Civitella Alfedena, Largo S. Lucia, Pnalm
  •  ore 17/20, Pescasseroli, Villa Comunale, Parco nazionale d’Abruzzo (Pnalm)
  • Sabato 7 settembre, ore 10/13, Roccaraso, via Roma
  •  ore 17/20, Pescocostanzo, via O. Colecchi
  • Domenica 8 settembre, ore 10/13, Pescasseroli, villa comunale, Pnad’Abruzzo