Di Girolamo (M5S): La banda ultralarga è capillare nei piccoli centri

Roma. “La banda ultralarga diventerà realtà a stretto giro per ben 600 comuni italiani – sottolinea con soddisfazione la senatrice Gabriella Di Girolamo componente della commissione lavori pubblici e comunicazioni a palazzo Madama.

“L’accordo tra Tim e Infratel, controllata del Mise (ministero dello sviluppo economico ndb) permetterà l’accensione della banda in tanti centri in cui la fibra era già stata stesa, ma dove per ora nessun operatore aveva voluto investire – spiega la parlamentare sulmonese – Per la regione Abruzzo, dove risiedo, ne beneficeranno i centri di Ateleta (Ch) e Lecce nei Marsi (Aq). Una svolta di non poco conto per altre regioni quali Sardegna, Toscana, Puglia, Calabria, Lazio, Lombardia e Marche:  saranno coperti quei centri storicamente svantaggiati sul fronte delle telecomunicazioni, potendo fare questo atteso passo avanti. Una sinergia pubblico-privato che consentirà uno scatto di competitività a molti territori – conclude Di Girolamo – Per noi sono queste le infrastrutture indispensabili da dare agli italiani, molto più del Tav e di altre inutili faraoniche opere”.

Archivio

Antenne San Silvestro, valori ancora oltre i limiti. Vacca (M5S): “Ora basta!”

La collina degli orrori. Un mistero le autorizzazione per gli impianti televisivi a San Silvestro