Taglia 3 mila 600 quintali di faggio in più, multa da 164 mila euro

Un bosco in uso commercio con migliaia di quintali in meno di faggio rispetto a quanto previsto. Il taglia boschi ha tagliato 3 mila 600 quintali di legna in più rispetto a quanto autorizzato dal Comune di Castellafiume (Aq), le multe alla sua azienda, anche se salate, non ripagano del danno ambientale cagionato da tanta voracità.

La superficie forestale interessata è di circa 17,65 ettari ed è  persino oggetto di un’ordinanza di sospensione del taglio nei confronti dell’azienda, del posto, specializzata nei tagli che in passato ha commesso diverse infrazioni nell’eseguire i lavori e i prelievi, reiterando le condotte illecite.

I Carabinieri forestali della stazione di Canistro (Aq), 3 giorni fa, hanno accertato le irregolarità dei tagli e dei prelievi di legname che dunque risultano essere di gran lunga superiori a quelli autorizzati e per giunta la ditta ha violato il provvedimento di sospensione delle operazioni cui era sottoposta. Per i tagli oltre misura dei faggi i militari dell’Arma hanno elevato, a carico dell’azienda locale, sanzioni amministrative per oltre 164 mila euro contestando diverse violazioni alla legge regionale in materia di comunicazioni, dichiarazioni ed autorizzazioni per tagli colturali (art. 72  comma 2 lettera C della legge regionale 3 /2014).

mariatrozzi77@gmail.com