Scarsa attenzione per il patrimonio verde cittadino, la denuncia del Wwf

Chieti. Altro Pino tagliato a piazzale Marconi dove il verde è già stato violentato dalle motoseghe tempo fa. Prima di procedere al taglio sembra che il Comune abbia interessato la Regione, ma i taglia alberi sono tornati in azione.

Contattato gli uffici comunali per informazioni “Ci hanno spiegato che la conifera in questione era secca forse perché i lavori di rifacimento della piazza ne hamno danneggiato le radici” spiega Nicoletta Di Francesco, presidente del Wwf Chieti-Pescara. Patrimonio verde cittadino allo sbando e “la situazione sarebbe ancora più grave se si confermasse l’ipotesi di un danno fatto durante lavori progettati, si presume, per migliorare la città e non certo per contribuire a ridurla a uno sterile ammasso di cemento – prosegue Di Francesco – Se la situazione è questa e l’albero è stato tagliato come conseguenza di lavori che risalgono ormai a diversi lustri, ci chiediamo se sia necessario preoccuparsi anche per il futuro della villa comunale, dove a suo tempo denunciammo scarsa attenzione per le radici durante i lavori per il rifacimento della strada che attraversa quel giardino pubblico – incognita conclusiva dell’ambientalista – dobbiamo aspettarci anche lì fra qualche anno alberi secchi e motoseghe inevitabilmente in azione?”.