Balneabilità in Abruzzo. Sono 9 bollini Rossi: ecco dove. Aggiornamenti di luglio

Per i 126 chilometri di costa abruzzese sono 9 i bollini rossi segnalati dal monitoraggio dei tecnici dell’Agenzia regionale per la tutela ambientale (Arta) che hanno eseguito prelievi anche nel corso dell’ondata di maltempo che ha falcidiato la costa abruzzese.

Aggiornamento

Due rossi in provincia di Teramo, a Nord e a Sud del fiume Tordino, a Giulianova e Roseto degli Abruzzi. A Pescara scarse le acque su via Galilei, l’8 luglio la carica batterica di Escherichia coli è tornata nei limiti (10 Mpn/50ml), risultava superata di oltre 191 unità rispetto al limite (500 Mpn/ml) il 10 giugno. Buona la balneabilità su via Muzi che si mantiene sempre entro i limiti così fosso Vallelunga. Bollino in sospeso per via Leopardi ossia la vecchia via Balilla che, cambiando di nome, s’affranca al momento dalla Classificazione delle acque di balneazione 2019 con località e relative fascette.

Via Balilla nel capoluogo adriatico anche se non esiste più resterà famosa per i malori che portarono in ospedale diversi bagnanti e bambini di ogni età. Per questo hanno cambiato nome alla via (Leopardi)? A parte la denominazione, sul luogo, non sono stati accomodati e installati altri depuratori, magari funzionanti. Si è preferito solo spostare i punti di prelievo. Un po’ come gli struzzi?

Promosse le località con fasce azzurre (acqua eccellente), verdi (buone) e gialle (sufficienti), brutta cosa per il rosso (acque scarse) dove si consiglia di non stare in ammollo. Aree monitorate, da aprile sino a settembre, dall’Agenzia per la tutela ambientale (Arta). Non mancano problemi ad Ortona (Ch) anche sul fiume Foro e a Francavilla su fosso San Lorenzo. 

Ad Ortona (Ch) il filo rosso scorre a Nord e Sud del fiume Foro e così a Francavilla per fosso San Lorenzo ancora rosso a 200 metri Sud della foce del fiume Arielli, bene augurante il verde a Nord dello stesso corso d’acqua, rosso a 50 metri Nord di fosso Cintioni (56 unità in più di carica batterica di Escherichia nel rilevamento di maggio, 380 in più rispetto al limite a giugno quando supera i limiti di 690 unità anche la carica batterica degli Enterococchi); qualità sufficiente invece a Sud del fosso, buona alla foce del fiume Riccio. Eccellente a 200 metri Nord della stazione ferroviaria Tollo dove gli ambientalisti seri combattono per tutelare l’ecosistema dunale che potrebbe essere compromesso dalle nuove concessioni balneari elargite dall’amministrazione comunale in un’area tra le poche rimaste integre.

A San Vito Chietino (Ch), altro bollino rosso a 100 metri Nord del fiume Feltrino dove siamo i limiti di 160 unità rispetto al limite (500 Mpn/ml) già il 12 giugno e la situazione peggiora con il prelievo del 10 luglio superando di 7 mila 664 unità la carica batterica di E. coli sopportabile. E in questo controllo risultano oltre i limiti (200 Ufc/100 ml) anche per gli Enterococchi rilevati (870 Ufc/100 ml). Criticità quest’ultima rilevata anche da alcune associazioni ambientaliste che in queste settimane hanno monitorato, con le loro apparecchiature, certi punti già sotto il controllo di biologi dell’agenzia regionale.

Lindo e pinto Vasto (Ch) dove il blu primeggia per la balneabilità su 10 punti di prelievo e per gli altri 3 la qualità delle acque è buona. Sempre nel teatino sono buone le acque a 300 metri Sud alla foce del fiume Sinello, sul lungo mare Cordella al monumento alla Bagnante e a 100 metri Nord alla foce del torrente Buonanotte. Tutto blu a Fossacesia. Blu 3 su 4 a Casalbordino con acque buone a 100 metri Sud del fiume Osento; 2 su 3 sono acque eccellenti a San Salvo, buone a 850 metri Sud del torrente Buonanotte. Torino di Sangro conferma 4 fascette blu su 5 punti di controllo, il verde è a 300 metri Sud della foce del fiume Sangro. Due su 3 sono blu a Rocca San Giovanni in 1 dei punti di prelievo sulla statale 16.

Balneabilità sufficiente sui 2 punti di prelievo individuati a Nord e Sud del torrente Piomba a Città Sant’Angelo (Pe), controlli eseguiti la mattina del 9 luglio. Verde a 100 metri Sud del fiume Saline a Montesilvano (Pe) dove i prelievi confermano acque eccellenti negli altri 3 punti. A Pescara a Nord del osso Pretaro è blu, a Sud è verde per le acque nel territorio di Francavilla (Ch).

In provincia di Teramo balneabilità buona su 2 punti dei 6 monitorati a Pineto (Te), il resto è in eccellenza. A Roseto degli Abruzzo 8 punti sono eccellenti per la balneabilità, è rosso il nono. A Giulianova 5 punti, di cui 4 blu e 1 rosso sul Tordino; 6 su 7 a Silvi (Te) sono acque eccellenti, verde solo le acque nell’area antistante il torrente Cerrano. A parte i 2 gialli a Nord e Sud (Martin Sicuro e Alba Adriatica) della foce del fiume Vibrata, dunque qualità sufficiente delle acque, il resto in provincia di Teramo è eccellente.

Pdf Balneabilità 2019 in Abruzzo

Scaricalo qui

Archivio

Via Balilla o via Leopardi e si confondono le acque