Rischiare per un parcheggio sull’area in cui è caduto l’intonaco? A Sulmona si può

Sulmona (Aq). Non è normale che pur di trovare un parcheggio qualcuno rischi sotto il ponte Capograssi da cui cade materiale, piombato a terra proprio questa notte. Sarà il caldo, sarà la contraddizione tipica di chi per  passeggiare su corso Ovidio, non vuole stancarsi a recuperare l’auto, ma troviamo davvero assurdo che nonostante il pericolo evidente certi azzardino persino a parcheggiare ad un centimetro dal punto in cui è caduto circa un metro quadro d’intonaco.

Questa mattina, complice la carenza di parcheggi gratuiti, diverse auto sono rimaste serenamente parcheggiate sotto il ponte, all’ombra. Una in particolare sforava il nastro adesivo che transenna il punto critico dove il materiale è piombato a terra, dal ponte progettato e costruito dall’ingegnere Riccardo Morandi. Dopo il cedimento, sul posto nel primo mattino, sono intervenuti i Vigili del fuoco di Sulmona (Aq) che hanno provveduto a transennare l’area.

Non sembra un problema strutturale per il ponte che esternamente ha cominciato a sbriciolarsi questa notte, senza danni a persone e cose fortunatamente. Ne certificato di salute richiesto e presentato lo scorso agosto al ministero delle infrastrutture, tra le opere su cui intervenire, a Sulmona, ponte Capograssi richiederebbe un intervento di circa 888 mila euro. Potrebbe trattarsi di infiltrazioni d’acqua che tra siccità e acquazzoni improvvisi mettono a dura prova la pelle della infrastruttura. Staticità a parte, sarebbe opportuno un sopralluogo sullo stato esterno e sull’intonaco della costruzione per decidere magari di erigere una impalcatura di protezione, come già fatto per alcuni vecchi edifici del centro storico che quotidianamente d’estate si sbriciolano. Non sarebbe poi male vietare la sosta su tutta l’area che potrebbe essere interessata da altri cedimenti  e distacchi. Aumenta il rischio se è costante la presenza di passanti e auto sull’area, ma questo lo sappiamo. Non sappiamo invece se nel primo mattino i detriti sotto il ponte sono stati rimossi. Elemento importante perché a Mezzogiorno a terra c’era un cumulo di intonaco sul punto che potrebbe essere sintomo di eventuali altri distacchi dalla strutture. Due sono le cose il ponte continua a sbriciolarsi o bisogno raccomandarli l’anima al diavolo per rimuovere 2 pietre, a portata di mano, sulla trafficata Circonvallazione Orientale sotto al ponte, versante Ovest, dalla parre della scalinata.

Dossier

Ponte Capograssi già Ponte nuovo

Galleria immagini

Ponte Giuseppe Capograssi 4.7.2019

Archivio

Pronto il certificato di salute delle infrastrutture sulmonesi da inviare al ministero