Pescara. Minori denunciati per resistenza, ricettazione e furto

Questa mattina, i Carabinieri della sezione Radiomobile del Nucleo operativo radiomobile di Pescara, hanno denunciato al tribunale per i minorenni dell’Aquila, in stato di libertà, un 17enne pescarese residente a Rancitelli per i reati di resistenza a pubblico Ufficiale e ricettazione.

Al minore é stato intimato l’Alt, in tarda serata il 22 giugno con un altro complice, in corso di identificazione, a bordo di uno scooter, rubato qualche ora prima in centro di Pescara. Per tutta risposta il minore ha accelerato e tentato la fuga.

Durante l’inseguimento ai Carabinieri non è sfuggito il fatto che il giovane ha tentato di disfarsi di un oggetto, una pistola risultata poi giocattolo, ma priva del prescritto tappo rosso. Lasciando il ciclomotore i 2 si sono allontanati a piedi per le vie circostanti e riuscendo, momentaneamente, a far perdere le sue tracce. Poche ore dopo il 17enne è stato rintracciato e denunciato in stato di libertà.

Sempre sabato i militari dell’Arma di Pescara Principale hanno rintracciato e tratto in arresto, in ottemperanza ad un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla procura generale della Repubblic, presso la Corte d’Appello dell’Aquila, T. C. 43enne residente a San Giovanni Teatino (Ch) colpevole del reato di estorsione, commesso aCepagatti a marzo 2011 e condannato ad espiare la pena di 4 anni, 9 mesi e 6 giorni di reclusione in carcere.

I Carabinieri della Stazione Carabinieri di Pescara Colli hanno denunciato un 15enne per tentato il furto di un portafoglio da una borsa di jn’infermiera di un pronto soccorso dell’ospedale civile. Il minore é già noto alle cronache.

L’azione non è passata inosservata alle guardie giurate sul posto che hanno immediatamente bloccato e consegnato il minore ai Carabinieri dopo aver recuperato e restituito la refurtiva. Il 15enne è stato riaffidato al fratello maggiore.