Parchi senza vertici: a rischio il lavoro per l’Orso bruno marsicano in Abruzzo

Appello dell’associazione Salviamo l’Orso al ministro dell’ambiente, Sergio Costa, i parchi restano ancora senza guida, da tempo anche in Abruzzo, così per la conservazione dell’orso bruno marsicano è a rischio tutto il lavoro dell’ultimo quadriennio.

Oggi in Abruzzo 3 parchi su 4 sono senza direttore e presidente e in tutta Italia sono più di 30 i posti vacanti ai vertici dei parchi. Nel Parco nazionale della Maiella mancano presidente e direttore idem per il Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (Pnalm) è il Parco regionale Sirente Velino è commissariato e sotto attacco da anni.

Al ministro dell’ambiente, Costa, compete nominare un direttore scegliendo tra i 3 nomi proposti dal consiglio direttivo del parco con il compito d’individuare i vari candidati necessariamente iscritti ad un albo per il ruolo. Interviene l’associazione Salviamo l’orso: “Anche i presidenti dei parchi sono nominati con decreto del ministro dell’ambiente, d’intesa con i presidenti delle Regioni –  passaggio che genera uno stallo – per le diatribe politiche su personaggi che non hanno alcuna esperienza o genuino interesse per la conservazione della natura e spesso nemmeno capacità amministrative. Il tutto diventa quindi solo un commercio di poltrone quasi sempre riservate a politici da collocare in pensione, ma per la nomina del direttore, una volta espletata la procedura amministrativa, la scelta spetta solo al ministro e su di lui ricade la responsabilità di questo ritardo – aggiunge il portavoce del gruppo a difesa dell’Orso bruno marsicano – A gennaio il consiglio direttivo del Pnalm ha finalmente sottoposto  al ministro i 3 candidati selezionati, ma dopo 5 mesi e con un ente già privo di presidente, Costa continua a non decidere”. Slo spiega che oggi il Pnalm è in uno stato di stallo amministrativo che non ne permette neppure il commissariamento e peraltro ne blocca anche la gestione ordinaria, per questo è necessario coprire gli incarichi senza perdere altro tempo prezioso per la fauna selvatica e i tesori naturali d’Abruzzo.

Archivio

Metà dei Parchi nazionali allo sbando. Le associazioni: ‘Intervenga il ministro Galletti’

Parchi e Aree protette: Futuro a tinte fosche