Travocchi e Trabocchi, la Legge è approvata. Smargiassi: ‘Occasione mancata per l’Abruzzo’

“Questa legge è un’occasione mancata per l’Abruzzo – così il consigliere regionale Pietro Smargiassi al margine del voto sulla norma dei Trabocchi proposta dalla Lega approvata oggi a maggioranza dal consiglio regionale con il voto contrario del M5stelle e l’astensione della coalizione di centrosinistra.

Aggiornamento

La legge prevede modifiche e integrazioni alle leggi regionali per i trabocchi della costa abruzzese. Per l’approvazione della legge sono soddisfatti il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri e il presidente della II commissione, relatore del progetto di legge, Manuele Marcovecchio .

Da oltre 10 anni la Regione non licenzia norme su questa materia e ora approva un testo che mette in  confusione, ne è convinto Smargiassi: “Otto comuni e 33 Trabocchi coinvolti e la maggioranza voleva approvare questa legge saltando tutte le fasi che prevede una normale discussione nel consiglio, come il passaggio in commissione e le audizioni dei portatori d’interesse. Siamo stati noi a far sì che associazioni e sindaci venissero ascoltati ed è grazie a questo ascolto che sono state evidenziate importanti criticità che abbiamo cercato di sanare presentando emendamenti migliorativi ed ottenendone l’approvazione in commissione”.

Norma che non ha nulla a che vedere con l’apertura dei ristoranti: “Non c’entra nulla con la concessione che il sindaco di Rocca San Giovanni, o chi come lui, deve fornire ai trabocchi per l’apertura – spiega il consigliere regionale pentastellato – Il tema dell’apertura imminente non c’entra e chi vuole farlo credere fa terrorismo politico. Chiarito questo aspetto, ci sono elementi di sicurezza per i cittadini e tutela del territorio per cui siamo contrari alla legge, soprattutto nella parte in cui si stabiliscono gli aumenti delle superfici, aspetto che ci ha fermamente convinto a votare contrariamente al testo della maggioranza. In cosa abbiamo migliorato la norma?”

I trabocchi, così definiti sulla costa teatina sulla costa pescarese sono i Travocchi, con la riforma avrebebro una funzione didattica oltre che turistica. “Sarà obbligo del traboccante mettere a disposizione la struttura per attività di formazione, avrà l’obbligo di ricevere gite scolaresche per diffondere il patrimonio culturale e storico del trabocco e l’obbligo a mantenere funzionante il sistema dell’antica pesca da mostrare agli avventori, chiariscono dalla Regione.

Gli orari delle visite ed i giorni di apertura al pubblico saranno noti per ogni singola struttura, ma non possono essere meno di 12 ore mensili.