‘Serpenti e parenti’ nell’auditorium del Museo per conoscere le 9 specie d’Abruzzo

Teramo. Serpenti e… parenti è il titolo del nuovo programmato il 6 giugno alle ore 17 nell’auditorium del museo universitario di piazza Trento e Trieste (ingresso via della Liberazione) dal Wwf Chieti-Pescara per il ciclo Terra e cielo.

Quello dei parenti serpenti è un tema ricorrente consolidato nel 1992 dallo splendido film di Mario Monicelli (girato e ambientato proprio in Abruzzo, a Sulmona e recentemente rilanciato in teatro. Il Wwf ripropone il tema, ma alla rovescia con i serpenti che non rappresentano persone infide e malvage, ma i serpenti veri e segnatamente le 9 specie che vivono in Abruzzo, 7 appartenenti alla famiglia Colubridae, del tutto innocue, e 2 alla famiglia Viperidae, velenose, ma meno pericolose di quanto si creda. E i parenti? Beh, basterà partecipare all’evento per scoprirlo.  Si comincia con i saluti del direttore del museo Luigi Capasso e poi le relazioni. L’ingresso è come sempre libero sino a esaurimento dei posti a disposizione.