Per la Repubblica sono 73 anni. Celebrazioni in provincia dell’Aquila

In tutta la provincia dell’Aquila è stato celebrato il 73° anniversario della Repubblica. Delle medaglie d’onore sono state consegnate all’Aquila alle famiglie di 2 cittadini sulmonesi deportati nei lager nazisti, Emidio Balassone e Nicola Liberatore. Una terza onorificenza è stata conferita dal prefetto dell’Aquila, Giuseppe Linardi, al maresciallo sulmonese della Guardia di finanza, Francesco Menchinelli, insignito del titolo di Cavaliere dell’ordine al merito della Repubblica italiana.

Festa Repubblica L’Aquila

L’Aquila. Al monumento dei Canduti, nella villa comunale, una compagnia in armi dell’Esercito è stata schierata per la cerimonia con il 9° Reggimento Alpini L’Aquila, presenti tutti: Carabinieri, la Guardia di finanza, la Polizia di Stato, la Polizia penitenziaria e i Vigili del fuoco. Stagliati nel cielo i gonfaloni della Regione Abruzzo, della  Provincia dell’Aquila e del Capoluogo nonché i labari delle associazioni combattentistiche e d’Arma. Presenti le più alte cariche civili, militari e religiose della Regione tra le quali il prefetto, il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi e il comandante del presidio militare regionale, Generale di brigata Giuseppe Di Giovanni. La cerimonia ha avuto inizio con l’alzabandiera, è proseguita con la resa degli onori ai Caduti mediante deposizione di una corona d’alloro e con la lettura dei messaggi augurali del presidente della Repubblica e del ministro della Difesa da parte del prefetto e del Generale Di Giovanni. A concludere la cerimonia la consegna, da parte del prefetto, di 5 medaglie d’onore della Repubblica italiana conferite a cittadini italiani che furono deportati e internati nei lager nazisti nonché il conferimento delle Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana.

Festa Repubblica Sulmo 2 giugno foto Maria Trozzi Report-age.com 2019 2 giugno foto Maria Trozzi Report-age.com 2019
Foto Maria Trozzi

Sulmona (Aq). A conferire maggiore solennità sono la memorabile Fanfara degli Alpini e il picchetto d’onore degli allievi della scuola di Polizia Penitenziaria di Fonte d’Amore che hanno preceduto le associazioni combattentistiche e d’Arma e una rappresentanza della Brigata Maiella. Nonostante la pioggia in tanti hanno partecipato, questa volta, alla cerimonia per i 73 anni della Repubblica svolta a piazza Tresca. Toccante la deposizione della corona d’alloro al monumento ai caduti, a dettare i tempi anche la voce di Rosario Ciacchi. Gonfaloni delle città di Sulmona e Campo di Giove vicini, alla cerimonia era presente anche il sindaco della località montana Giovanni Di Mascio. “Auspico che i nostri giovani possano comprendere l’importanza del rispetto delle istituzioni e il senso di responsabilità verso questo nostro Paese” è l’augurio del sindaco di Sulmona, Annamaria Casini.

Le Penne nere danno appuntamento dal 21 al 23 giugno a Sulmona (Aq) per celebrare i 90 anni dell’associazione Alpini con il raduno regionale.