A tutta Natura. Il più lungo del Sangro è il Ponte ciclopedonale di Castel di Sangro

Pubblico delle grandi occasioni a Castel di Sangro (Aq), a pochi giorni dai Campionati mondiali di tennis studenteschi, per l’inaugurazione del ponte ciclopedonale sul Sangro e della passerella sul canale del fiume Zittola. Un’elegante area relax a margine del fiume fa da cornice e un invitante parco giochi, tutti nuovi di zecca, vestono d’incanto questa elegante località turistica che esce vincente dalla sfida alla crisi. Idee e lungimiranza degli amministratori locali? Questa ridente cittadina dell’Alto Sangro raggiunge un nuovo primato con 45 metri di ponte ciclopedonale e riceve così in dote il più lungo dei ponti sul fiume Sangro.

Aggiornamento 1 e 2

Ponte sul fiume Sangro Castello Foto Trozzi Report-age.com 25.5.2019
Marsilio, Caruso e Cocozza

Definito anche Ac, il ponte è snodo di un tracciato di 15  km dedicato ai sentieri attrezzati che cingono le località turistiche d’alta quota, 3.20 metri di larghezza garantiti su un piano in calcestruzzo e una struttura portante in acciaio (tubolari e travi), l’infrastruttura così longilinea, leggera, elegante e sicura è frutto dell’ingegno del progettista Maurizio Calderara (Bolzano), del costruttore dell’infrastruttura Mignogna (srl di Campobasso) e del collaudatore statico, Nicola Vella di Sulmona (Aq).

Un omaggio all’Ambiente che ispira salutari propositi: “Il ponte collegherà l’area del parco urbano di Prato Cardillo (Parco avventura)con l’area de La Maddalena e le piste ciclabili che corrono sui 2 lati del fiume Sangro: il percorso  cittadino che attraversa parte del paese a la pista intercomunale che collega Castel di Sangro a Scontrone” spiega il sindaco di Castel di Sangro e presidente della Provincia dell’Aquila Angelo Caruso che mette in luce come dall’investimento complessivo di 2,2 milioni di euro si potrà crescere in termini di offerta turistica di qualità: “L’infrastruttura è stata realizzata con 338 mila euro di fondi regionali”.

La Regione, dal canto suo “..sosterrà sempre progetti lungimiranti come questo” così il  presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio. Alla cerimonia sono presenti, tra gli altri, le consigliere regionali Marianna Scoccia e Antonietta La  Porta, quest’ultima accompagnata dal marito, il presidente della Federazione italiana gioco calcio, Gabriele Gravina e tra gli invitati anche Dario Colecchi, titolare degli impianti Pizzalto di Roccaraso e l’imprenditore di origine marsicane, Pasquale Di Toro. Immancabile Andrea Liberatore, assessore comunale di Castel di Sangro, candidato nella lista Udc con Scoccia alle regionali.

A rappresentare le forze dell’ordine anche la pattuglia del soccorso Alpino (C5) della Guardia di finanza di Roccaraso (Aq) che la notte del 18 gennaio 2017 soccorse per prima le vittime della slavina all’Albergo Rigopiano di Farindola (Pe). Presente la giornalista Maria Luisa Cocozza dell’Arca di Noé (rubrica Tg5 Mediaset). I veri protagonisti? Giovanissimi ciclisti in erba di Sulmona e studenti di ogni età, le associazioni Anffas (Associazione nazionale famiglie di persone con disabilità), Asha (Associazione sci handicap Abruzzo), Guida Mtb Abruzzo e  I nostri amici a quattro zampe.

Un padre nostro e don Domenico Franceschelli estende la benedizione a coloro che attraverseranno il ponte, ma il parroco della parrocchia Santa Maria Dell’Assunta è atteso per uno sposalizio. “Di solito è il buon don Domenico Franceschelli ad aspettare la sposa, oggi aspetteranno lui!” Caruso così strappa un altro sorriso e s’incammina. Verso il futuro sostenibile alle porte di un’estate tutta da vivere per la località turistico-montana, in fermento di certo perché non c’è un attimo di tregua. L’industriosa cittadina si sta preparando ad accogliere migliaia di visitatori e di atleti per i Mondiali di tennis studenteschi che a Castel di Sangro si svolgeranno dal 2 al 9 giugno.

mariatrozzi77@gmail.com