Sabato a Castel di Sangro inaugurazione del Ponte ciclopedonale AC

Verso la mobilità dolce e sostenibile così a Castel di Sangro (Aq) si fanno passi da gigante e sabato, alle ore 11, sarà ufficialmente inaugurato il ponte ciclopedonale più lungo del fiume Sangro.

Aggiornamento

Un gioiello d’ingegneria incastonato in un panorama mozzafiato che lo specchio d’acqua contribuisce a valorizzare, lungo 45 metri, largo 3.20 metri, il ponte ha un piano di calpestio in calcestruzzo e una struttura portante in acciaio, sia i tubolari che le travi. Hanno ragione a definirlo ponte AC perché orizzontalmente assume la forma di una A e e in verticale e una morbidissima C. L’infrastruttura  è stata realizzata con un finanziamento regionale di circa 338 mila euro collegherà l’area del parco urbano di Prato Cardillo con l’area de La Maddalena e le piste ciclabili che corrono sui 2 lati del fiume Sangro, quella cittadina che attraversa parte del paese a quella intercomunale che collega Castel di Sangro a Scontrone, con un percorso che può contare un totale di quasi 15  km. All’intero progetto dedicato alla ecosostenibilità  sono destinati 2,2 milioni di euro di fondi pubblici.

Si tratta di un’opera molto importante per il sistema ciclabile cittadino, messa a punto dall’amministrazione comunale di Castel di Sangro, che rappresenta il primo stralcio del più grande e ampio circuito ciclopedonale che si svilupperà su tutto l’Alto Sangro fino a raggiungere il comune di Scanno (Aq). Quello presente al momento è un percorso che regala paesaggi di straordinaria bellezza ma che, cosa ancora più importante, risulta essere di facile accesso e alla portata di tutti.

La giornata partirà alle 10.30 con i saluti del presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, e del sindaco Angelo Caruso, presidente della Provincia dell’Aquia. Il tutto verrà raccontato dalle telecamere del TG5 e dalla voce della giornalista Maria Luisa Cocozza per la rubrica L’Arca di Noé. La  troupe televisiva è affezionata a questa incantevole località d’alta quota e alle meraviglie di  Castel di Sangro. All’evento parteciperanno anche tutte le scuole di ogni ordine e grado della città, l’Anffas (Associazione nazionale famiglie di persone con disabilità), l’Asha (Associazione sci handicap Abruzzo), Guida Mtb Abruzzo e l’associazione animalista I nostri amici a quattro zampe.

La giornata culminerà con l’apertura della passerella sul canale moderatore del fiume Zittola e una passeggiata preceduta dal presidente Marsilio, a cui prenderanno parte gli alunni delle scuole, gli atleti e le associazioni e tutti coloro che desiderano attraversare per la prima volta il porte e saggiare il tracciato. Del team che ha reso possibile tutto ciò il progettista Maurizio Calderara (Bolzano), il costruttore Mignogna (Campobasso) e il collaudatore statico  Nicola Vella di Sulmona (Aq).