Pacentro. Pista ciclabile scomparsa, Bicicontriamoci chiede di ripristinarla

In provincia dell’Aquila, tra Sulmona e Pacentro è scomparsa una pista ciclabile, un’opera realizzata dal Comune di Pacentro nel 2005 finanziata con fondi pubblici che l’associazione Bicincontriamoci chiede di ripristinare alla prossima amministrazione di Pacentro rimettendo in sicurezza il percorso soprattutto il ponticello, ripristinando anche le segnalazioni.

“Molti di noi ricordano quando fu costruita, ma tanti ne ignorano tuttora l’esistenza” scrive in una nota l’associazione. Gli iscritti nel 2013, nel 2015 e ancora i primi di maggio di quest’anno, in ricognizione, hanno seguito ciò che resta del tratto ciclabile: “Sul percorso non c’è nulla da eccepire sono stati realizzati lavori di contenimento, di asfaltatura, il tracciato attraversa le campagne e segue il fiume Vella per alcuni tratti molto suggestivi. Quello che abbiamo notato, a partire dalla prima volta fino ad oggi, è un progressivo deterioramento dell’opera. I cartelli che prima la segnalavano,già rari, sono scomparsi tutti tranne uno, forse sfuggito perché nascosto dalla vegetazione. Il ponticello in legno che permetteva l’attraversamento del fiume già nel 2013 era un po’ deteriorato, a causa della mancanza di manutenzione, nel 2015 era precluso l’accesso con tanto di delibera affissa sullo stesso perché pericolante. Oggi non esiste più, scomparso definitivamente. Una piacevole area di sosta è sommersa dalle erbacce e dai rifiuti di chi la frequenta, in auto probabilmente. Tutto questo ci fa pensare ad una precisa volontà di nascondere quanto realizzato e non ne capiamo il motivo, né lo scopo. Ciò che rimane è una stradina di campagna con un percorso spezzato a metà. Incuriositi abbiamo chiesto di visionare il progetto e quello che è venuto fuori è che l’opera, incompiuta rispetto al progetto originario, è costata circa 400 mila euro derivanti da un finanziamento destinato alla realizzazione di piste ciclabili (Legge 10-10-98 n°236 e legge regionale 14-05-99 n°72 per la realizzazione di piste ciclabili)”.

L’associazione spiega che se il percorso è nato ed è stato finanziato per fungere da pista ciclabile “Tale deve essere e non può trasformarsi in una stradina interpoderale utile solo a chi ci abita o a chi ha una campagna lì. Eppure il tratto del fiume Vella che attraversa(va) ha un notevole valore paesaggistico e l’ambiente tutto intorno è piacevole e rilassante. Sappiamo che per legge in questo tipo di progetti c’è l’obbligo di prevedere un costo per la manutenzione dell’opera, ma non ci sembra di averlo letto nel progetto e in ogni caso è stato disatteso. Le domande sarebbero tante, ma le giriamo direttamente alla nuova futura amministrazione, sperando che sappia cogliere l’opportunità di rimettere a posto il percorso ripristinando le indicazioni e soprattutto il ponticello – conclude Bicincontriamoci – E poi (una ciclabile) che sappia dare un senso a tutto ciò, collegandolo con Pacentro da una parte e con Sulmona dall’altra, che una ciclabile che gira su sé stessa non è utile a nessuno”.