Pronta la gara per il sevizio mensa: chilometro zero e comitato su qualità degli alimenti

Sulmona (Aq). Filiera corta e prodotti a chilometro zero sono richiesti alle aziende per la gara per la refezione scolastica, servizio da garantire per un periodo di 3 anni, prorogabili per altri 2, spiegano da palazzo San Francesco.

Aggiornamento

“Voglio rassicurare i rappresentanti scolastici sul fatto che la gara premierà la filiera corta e i prodotti bio – spiega l’assessore Piero Fasciani – Nell’ambito delle norme sugli appalti (d.l. 50/2016) che impone alle pubbliche amministrazioni di rivolgersi al mercato europeo per importi così rilevanti, per un’alimentazione sana e corretta la gara premierà la filiera corta e i prodotti bio, con l’utilizzo di ben 16 prodotti della valle Peligna per un massimo di 8 punti, in ottemperanza peraltro a quanto previsto nelle linee guida ministeriali. L’indirizzo della giunta è stato ben colto dalla struttura che, nella propria autonomia gestionale, ha tradotto la volontà politica redigendo con solerzia gli atti per consentire, visti i tempi di gara, l’aggiudicazione entro l’avvio dell’anno scolastico per non incorrere in interruzioni di pubblico servizio o improvvide proroghe. Il  capitolato, in particolare, tiene conto dell’interesse generale della collettività studentesca – conclude l’assessore – Voglio rassicurare le famiglie che sarà sicuramente utile costituire un comitato paritetico consultivo non vincolante (di cui potrebbe far parte il direttore dell’esecuzione) per vigilare sulla qualità degli alimenti e sullo svolgimento del contratto”.

Aggiornamento

Bando mensa, Meet Up Sulmona: ‘Non premia il prodotto locale, Capitolato da rivedere’