Demodé, civettuole, svagate e incantevoli le bellezze del pittore Diodati

Sino al 18 maggio, alla galleria Saccone di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta, sarà possibile visitare la personale del pittore Lucio Diodati di Popoli.

Le Belle di Lucio Diodati si fanno amare per la loro semplicità e si fanno ammirare perché sono solari, un po’ buffe, ingenue e a volte maliziose o anche assorte,  stupite. Intrigano, riprese da molteplici punti d’osservazione e di luce, mentre si muovono su scene passate e ci appaiono con le loro bocche che richiamano le forme dei fiori, anime passate, deliziosamente femminili e piacevoli. Donne semplici che restano nell’innocenza anche di chi guarda.

Lucio Diodati è un pittore italiano originario di Popoli, in val Pescara. Si è preparato nell’Accademia di Belle arti dell’Aquila, capoluogo della Regione Abruzzo. I  lavori del pittore sono ammirati in tutto il mondo e sono stati apprezzati principalmente negli Stati Uniti e in Italia. I suoi primi dipinti furono esposti nel 1980.