Amministrative ad Introdacqua: 3 liste e un Disavanzo

Introdacqua (Aq). Tre sono pochi se l’attesa era per 6 candidati sindaco e così sarebbe stato lo stesso numero fornito da Sulmona dove ad ambire ai vertici di palazzo San Francesco sono stati 4 uomini e 2 donne nel 2016, ma il capoluogo Peligno però conta 24 mila abitanti, nel paese costruito tra le acque invece a votare sono appena 1200 cittadini su oltre 2 mila abitanti.

Aggiornamento 1 e 2

Quando la diligenza è ferma i passeggeri litigano? Siamo scesi solo a metà, 3 candidati alla carica di primo cittadino ed è sempre alto il numero. Forse perché gli interessi sono molti e la crisi è così estrema da far apprezzare quel poco che c’è trasformando gli incarichi in Comune in super riserve di energie e lavoro. E magari si può puntare alla serenità in campagna elettorale, alla sicurezza, viste le ultime stranezze locali: una testa di cervo mozzata e un’auto andata a fuoco forse per intimidire un dirigente di una partecipata del Comune.

Difficile davvero sperare in un mondo migliore con un disavanzo che quasi sfiora il milione di euro. “Con grande entusiasmo ci candidiamo a prendere in mano le redini di questo bel paese depauperato da anni di molte delle sue risorse e bellezze – così salutano questa nuova avventura politica i candidati alle amministrative del 26 maggio per la lista 3 a sostegno di Salvatore Esposito, candidato sindaco dell’incantevole località che diede i natali al poeta Pascal D’Angelo.

Legalità per Introdacqua è il nome della lista formata per Esposito, medico apprezzato e stimato in valle Peligna, affiancato da Ludovica Pelino studentessa, Denny Primavera agente polizia, Antonella Santilli avvocato, Angelo Silveri libero professionista, Barbara Fascione medico chirurgo, Livio Susi e Vincenzo Antonio D’Amico operai della sistemi sospensioni ex Fiat, Massimo Giammarco infermiere, Paola Diodati impiegata e Simonetta Cipriani logopedista.  Si fa sentire la presenza femminile in questa compagine e soprattutto sulle quote rosa il capolista fa grande affidamento.

Sono 3 le liste e gli aspiranti consiglieri sono 29 per questo paese che deve riconquistare molto di quanto  ha perso. Dunque occorrono uomini e donne oneste con tanta pazienza, tanto coraggio e grandissima passione politica per guidare la comunità con altruismo. Quest’anno, a competere per la carica di sindaco è Licia Mampieri, prima donna che affronta in paese questa esperienza e la lista La torre di Introdacqua la sostiene con Fernando  Cassiani, Claudio Centofanti, Amedeo Cupello, Giacomino Fabrizi, Alessio Angelo Giuliani , Antonella Iannetti, Alessandra Matano, Domenico Silla e Manuela Vinci.

Mampieri ha ricoperto l’incarico di revisore dei conti per il ministero di grazia e Giustizia, di direttore superiore per il ministero di economia e Finanze, giornalista  e autrice. É stata già consigliere di minoranza durante l’amministrazione di Orlando Orsini dal 1995 al 2000. Nel 1994 è stata candidata al senato con Forza Italia e ha ottenuto nel collegio di Chieti 28 mila 675 preferenze.

Ad Introdacqua il voto è stato anticipato di un anno perché il precedente sindaco, Terenzio Di Censo, ha dato le dimissioni. Nel corso del suo mandato si è scoperto un disavanzo di circa 618 mila euro (31 dicembre 2017). Il primo cittadino è stato così sostituito dal commissario straordinario Maria Cristina Di Stefano l’11 ottobre 2018. Con un piano di rientro di 15 anni il commissario ha garantito la possibilità di ripresa economica amministrativa del Comune di Introdacqua. Tra i consiglieri comunali della maggioranza guidata da Terenzio Di Censo, il primo anno della sua esperienza amministrativa, non è mancato un candidato consigliere, eletto, che si presenta oggi per le amministrative di fine maggio. Si tratta di Cristian Colasante 28enne diplomato sostenuto dalla lista Solidarietà e progresso Il Campanile:  Claudio Amoroso, Carla Di Benedetto, Maurizio D’Angelo, Ernesto de Santis, Mario Di Pietro, Davide Grassi, Mauro Maurizi Mario, Massimiliano Pelino, Toni Silvestri e Giuseppe Zuffada.

mariatrozzi77@gmail.com