Naiadi di Pescara, Pettinari: “Situazione inaccettabile. La Regione intervenga presto”

Sabato non sono mancati i disagi alle piscine delle Naiadi a Pescara. Un guasto alla centralina elettrica dell’impianto ha portato al blocco della caldaia. La struttura è stata chiusa e lunedì i lavoratori, in presidio permanente dinanzi l’impianto perché da 3 mesi senza stipendio, protesteranno. La Regione ha affidato l’impianto alla società Progetto sport gestione impianto e dopo giugno un nuovo bando pubblico europeo potrebbe cambiare le sorti del centro sportivo.

“Rappresenta solo l’ultimo di una lunga serie di inefficienze – interviene Domenico Pettinari , vice presidente del consiglio regionale – Chi ci rimette sono tutti i cittadini ai quali viene negata la possibilità di fruire di un servizio per cui hanno pagato. L’impianto è di proprietà di Regione Abruzzo, ma finora non si sono ancora viste soluzioni efficaci per tamponare un’emergenza che prosegue da mesi. È un dovere della giunta regionale di centrodestra intervenire al più presto. La piega che ha preso questa situazione, con le continue interruzioni del servizio per problemi tecnici, è inaccettabile – concllude Pettinari – Sono anni che il Movimento 5 stelle fa interrogazioni e interpellanze in merito alla gestione dell’impianto e continueremo a vigilare su quello che sta succedendo. Dopo tante chiacchiere e promesse, è arrivato il momento dei fatti”.