Elliot the Dragon: Video e Immagini delle Esercitazioni con il 9° Reggimento Alpini

Al palazzetto dello sport di via XXV Aprile a Sulmona è stato fissato il quartier generale dell’importante iniziativa di Protezione civile in situazioni di emergenza denominata Elliot the dragon che per le esercitazioni e gli aggiornamenti ha coinvolto quasi 200 persone tra militari e civili con simulazioni riguardanti aree del monte Morrone nei territori di Sulmona, Pacentro, Pratola Peligna e Roccacasale, nell’aquilano.

Immagini, video e montaggi Maria Trozzi

Non sono mancate mostre, convegno e seminario di aggiornamento, per giornalisti, su come operare in emergenza in un territorio, la regione Abruzzo, che è sempre sotto la morsa dei terremoti e dei dissesti idrogeologici, messo a dura prova da incendi, anche sul monte Morrone, ed emergenze maltempo a non finire.

L’evento, patrocinato dal Comune di Sulmona è stato organizzata dal IX Reggimento Alpini dell’Aquila Battaglione Vicenza, in sinergia con il dipartimento di Protezione Civile regionale per il coordinamento delle attività anche delle squadre dei volontari dell’Ana e della Protezione civile dei comuni della valle Peligna.

Importante la partecipazione dei dipartimenti di ingegneria e geologia e di Scienze psicologiche della salute del territorio dell’università Gabriele d’Annunzio di Chieti-Pescara, del Parco nazionale della Majella, dell’ufficio scolastico Regionale, dell’ordine dei giornalisti d’Abruzzo, dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) e delle associazioni di volontariato. Nei video alcune delle simulazioni svolte in quella fatidica settimana.

Seminario per giornalisti che operano nell’emergenza

Rossi tecnico Alpini 9Cartina con rapporto Gps e di geolocalizzazione per tracciare le squadre presenti sulle aree durante le operazioni di recupero e spegnimento, Anti incendio boschivo (Aib), con lanci d’acqua dai mezzi in volo, elicotteri e Canadair. Tra le principali preoccupazioni dei precedenti interventi in emergenza anche quella dei getti d’acqua che più di una volta hanno colpito volontari e militari in perlustrazione o in azione. Individuando il punto esatto in cui operano le squadre sarà più semplice intervenire con maggiore efficacia.

Video sul pupo in volo: il drone

#Antincendioboschivo esercitazione 10 aprile a Pacentro con rifornimento acqua

Immagini Maria Trozzi tutti i diritti riservati