Piano d’emergenza ed evacuazione pronto per i riti pasquali

Sulmona (Aq). Per i riti pasquali che si svolgeranno nel centro storico domani e fino a domenica è stato predisposto il Piano di emergenza e di evacuazione secondo le disposizioni in materia di sicurezza e ordine pubblico previste dalla circolare Gabrielli 2017.

É stata disposta l’ordinanza dirigenziale 64 riguardante la circolazione stradale ed è stata firmata dal sindaco Annamaria Casini l’ordinanza 28 che riguarda il divieto d’introduzione ed utilizzo di contenitori di vetro e metallici in piazza Garibaldi per la manifestazione Madonna che scappa. A piazza Garibaldi saranno predisposti spazi, oltre a quelli già stabiliti dagli organizzatori, dedicati ai diversamente abili. Saranno organizzate aree per il deposito di biciclette, passeggini e oggetti ingombranti, mentre l’area di ammassamento dei mezzi di soccorso sarà a piazza del Carmine. Con ordinanza sindacale è stata disposta, limitatamente alla giornata di domenica mattina, l’apertura del Centro operativo comunale in cui vengono attivate 3  funzioni:  volontariato, assistenza alla popolazione,  sanità -assistenza sociale e veterinaria.

Anche quest’anno saranno predisposti 8 varchi negli ingressi di piazza Garibaldi:  3 presso largo Mercatello, 1 in via Dorrucci, 1 in via Santa Margherita, 1 nell’area sottostante la scalinata di Santa Chiara, 1 all’ingresso del parcheggio di Santa Chiara, 1 presso la gradinata sotto l’acquedotto medievale. Quindici minuti prima della corsa, intorno a mezzogiorno, i varchi saranno ridotti a 3 (1 Largo Mercatello, 1 ingresso parcheggio Santa Chiara, 1 gradinata sotto acquedotto), mentre i restanti varchi diventeranno vie di fuga. Gli accessi saranno presidiati da personale formato, forze dell’ordine, volontari di associazioni cittadine, di Protezione Civile e carabinieri in pensione. Alcuni avranno il compito di orietare, speriamo gentilmente questa volta, i flussi d’ingresso consegnando bigliettini numerati conta persone, mentre la Protezione civile avrà anche il compito di governare il deflusso. Sarà controllata, inoltre, l’eventuale introduzione di oggetti pericolosi e potenzialmente atti ad offendere e di contenitori di vetro e/o metallici durante l’evento nella piazza,  secondo l’ordinanza sindacale.