Ambiente. All’istituto Savoia a lezione su Consumo e Cattivo uso del suolo

Si parlerà di consumo e cattivo sfruttamento del suolo, con i risvolti che questo comporta per la salute, nell’incontro in programma domani dalle ore 9 alle 11, nell’aula magna dell’istituto d’istruzione superiore Luigi di Savoia di via d’Aragona, a Chieti.

Gli studenti di alcune classi incontreranno anche questa volta il delegato Abruzzo del Wwf Italia Luciano Di Tizio e  Paola Serra, rappresentante della sezione locale di Isde (associazione italiana dei medici per l’ambiente). Del suolo si era già parlato, con gli stessi relatori e con gli stessi studenti, in un incontro tenuto a marzo. Allora il discorso era stato incentrato sull’inquinamento (che inevitabilmente tornerà anche in questo secondo incontro, anche se in maniera più marginale), mentre sabato in primo piano ci saranno il consumo del territorio e l’impiego che se ne fa in maniera errata con il risultato di provocare conseguenze negative per la salute. A conclusione degli interventi di Di Tizio e Serra è ovviamente previsto anche uno spazio per il dibattito tra i relatori e gli studenti. L’incontro rientra nel progetto Ambiente è salute, partito lo scorso anno per le classi IV del liceo e dell’istituto tecnico ad indirizzo chimica, materiali e biotecnologie. Il progetto, configurato come alternanza scuola lavoro, in collaborazione con il Wwf Chieti-Pescara, intende sensibilizzare gli studenti alle problematiche ambientali ed è stato fortemente voluto dal dirigente scolastico prof.ssa Anna Maria Giusti, coadiuvata dai prof. Sabina Carbonelli ed Enrico Bellelli, docenti incaricati di funzioni strumentali per educazione alla salute e all’ambiente, che coordineranno anche l’incontro di domani.