Al Serpieri seminario sui Benefici dell’agricoltura biologica per la salute e la mitigazione dei cambiamenti climatici

Si é parlato dei benefici dell’agricoltura biologica, per la salute e la mitigazione dei cambiamenti climatici, nel seminario tenuto oggi al Serpieri di Pratola Peligna.

Nell’incontro è stato sottolineato come ottenere, applicado le corrette tecniche di coltivazione, maggiore resilienza agli effetti dei cambiamenti climatici, una riduzione delle emissioni di CO2 e maggiore sicurezza alimentare.

L’associazione Kyoto club con il patrocinio del ministero delle politiche agricole (Mipaaft) nell’ambito del progetto CAPsizing per la Resilienza climatica, la sopravvivenza alle condizioni di disagio dell’agricoltura nelle aree marginali del III millennio, ha presentato agli studenti dell’istituto professionale per l’agricoltura Serpieri di Pratola, gli elementi principali della politica agricola comunitaria soffermandosi in particolare sugli obiettivi da raggiungere tra il 2020 e il 2027 attraverso finanziamenti europei (aiuti diretti e Sviluppo rurale).

Dopo la breve presentazione della dirigente scolastica Paola Angeloni, ha condotto il seminario Sergio Andreis direttore Kyoto Club. Sono inoltre intervenuti sul tema della Pac e Cambiamenti climatici Franco la Civita per la Regione Abruzzo, Umberto Margiotta di Confagricoltura, Franco Volpe della Confederazione italiana agricoltori.

Al termine del seminario gli studenti si sono riuniti in gruppi di lavoro per elaborare un documento sulle loro osservazioni ai temi trattati nella mattinata e gli obiettivi che rispondono alla condizione giovanile, affidato al referente del Kyoto club.

Una risposta a "Al Serpieri seminario sui Benefici dell’agricoltura biologica per la salute e la mitigazione dei cambiamenti climatici"

I commenti sono chiusi.