Maxi-sequestro a Trasacco: i Nas requisiscono 300 kg di prodotti dolciari scaduti

Circa 300 chili di alimenti scaduti, tra materie prime per gelati, dolci e prodotti lattiero caseari, sono stati sequestrati a Trasacco, nell’aquilano, dai Carabinieri del Nucleo anti sofisticazione (Nas) Pescara che anticipano con questa operazione i controlli atti ad evitare brutte sorprese durante le feste di Pasqua.

Gli alimenti scaduti sono stati sequestrati, il pomeriggio del primo aprile, in un bar pasticceria e gelateria, il titolare dell’esercizio è stato denunciato e il Nas Pescara ha provveduto a segnalare l’attività alla Asl 1 (L’Aquila, Sulmona e Avezzano). Dall’ispezione dei militari dell’Arma risultano problemi non solo per i prodotti tipici pasquali, da forno e dolci dell’esercizio del Fucino, ma anche per il laboratorio pasticceria e gelateria in cui sono state accertate gravi carenze igienico-sanitarie con sporco ovunque anche dietro e sotto le attrezzature e all’interno delle stesse con superfici ossidate, guarnizioni usurate al punto da non consentire una chiusura ermetica per la conservazione dei prodotti. I Carabinieri del Nas hanno documentato anche altre omissioni nell’attuazione delle procedure di autocontrollo, nell’impiego di personale a servizio sprovvisto dell’attestato di formazione di alimentarista e l’assenza di informazioni, da fornire ai consumatori, sulla presenza di allergeni nei prodotti alimentari venduti.