L’Ora della Terra. A parte Anversa, in valle Peligna e alto Sangro dormono a quell’Ora

Domani dalle ore 20.30 per un’ora in tantissimi luoghi del mondo le luci si spegneranno, sui monumenti e nelle abitazioni, per Earth hour l’Ora della Terra, iniziativa organizzata dal Wwf. In provincia dell’Aquila molte le adesioni, in Marsica si distinguono Collarmele, Tagliacozzo e Avezzano, mentre nel comprensorio Peligno e Sangrino, a parte Anversa degli Abruzzi e la presentazione di un libro nella sede del parco Maiella, all’abbazia celestina, nessun Comune sembra interessato ad aderire alla più grande mobilitazione planetaria sul tema dei cambiamenti climatici. Paesi che sembrano vivere davvero fuori dal mondo.

Sono 160 i Paesi che parteciperanno con un gesto sì simbolico importante per dare consapevolezza e incoraggiare a trovare le soluzioni necessarie per costruire un futuro sano e sostenibile per ogni abitante del Pianeta. In Italia a Matera, capitale europea della cultura 2019, si spegneranno le luci a San Pietro Caveoso e della Rupe dell’Idris. In Abruzzo sono stati organizzati oltre 60 eventi a cominciare dai 4 capoluoghi di provincia e dalle città più popolose, dalle cene a lume di candela ai convegni, alle perlustrazioni del cielo notturno, proiezioni cinematografiche a tema . Oltre agli eventi serali, quest’anno Earth hour in Abruzzo comincia dal mattino con la pulizia, a mano, di importanti tratti di spiaggia a Martinsicuro e Roseto, in provincia di Teramo e a Pescara e San Vito Chietino (Ch).

“Un successo considerevole, ma è importante che al gesto simbolico seguano atti concreti – commenta Dante Caserta, vice presidente Wwf Italia – Alcuni Comuni già lo fanno ed è indispensabile che altri li imitino: la lotta agli effetti dei cambiamenti climatici passa anche attraverso le scelte locali che cittadini e amministrazioni devono prendere con urgenza, per ridurre le emissioni di Anidride carbonica attraverso una seria politica volta al risparmio energetico, all’abbandono totale delle fonti fossili, alla pedonalizzazione di aree sempre più ampie delle nostre città. E bisogna farlo in fretta perché ormai non c’è più tempo da perdere”. Tanti dunque gli eventi previsti per Earth hour in Abruzzo. Aderiscono i comuni di

  • Alba Adriatica si spegnerà l’illuminazione delle luci del Palazzo del Municipio.
  • Anversa degli Abruzzi si spegnerà l’illuminazione della Scalinata del Municipio e della Chiesa di Santa Maria delle Grazie.
  • Arsita si spegnerà l’illuminazione del Museo del Lupo del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.
  • Assergi si spegnerà l’illuminazione della sede del Parco Nazionale Gran Sasso Monti della Laga.
  • Atri: si spegnerà l’illuminazione della Piazza del Duomo e delle luci della torre campanaria con proiezione di un video realizzato dall’Istituto “A. Zoli”.
  • Avezzano si spegnerà l’illuminazione di Piazza della Repubblica e del Castello.
  • Balsorano si spegnerà l’illuminazione di Piazza Scacchi.
  • Barisciano si spegnerà l’illuminazione del Centro ricerche floristiche del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.
  • Bellante si spegnerà l’illuminazione pubblica del paese e delle frazioni.
  • Casoli si spegnerà l’illuminazione del Palazzo ducale e osservazione delle stelle con gli “Astrofili frentani”.
  • Castel Castagna si spegnerà l’illuminazione dell’Abbazia Santa Maria di Ronzano.
  • Chieti si spegneranno l’illuminazione delle piazze Vico e San Giustino e della facciata del Museo universitario in Piazza Trento e Trieste.
  • Collarmele si spegnerà l’illuminazione di Piazza Primo Maggio.
  • Corropoli si spegnerà l’illuminazione del Palazzo comunale in Piazza Pie’ di Corte.
  • Cortino si spegnerà l’illuminazione di luoghi significativi del paese.
  • Fontecchio si spegnerà l’illuminazione di Palazzo Muzi e della Fontana Trecentesca.
  • Fossacesia si spegnerà l’illuminazione dell’Abbazia di San Giovanni in Venere.
  • Giulianova si spegnerà l’illuminazione pubblica del Lungomare monumentale, del Belvedere della città, della Cupola della chiesa di San Flaviano.
  • Isola del Gran Sasso si spegnerà l’illuminazione degli Uffici del Parco Nazionale del Gran Sasso Monti della Laga.
  • L’Aquila si spegnerà l’illuminazione della Fontana luminosa.
  • Lanciano si spegnerà l’illuminazione della Torre civica del Palazzo comunale e del Monumento ai caduti.
  • Lecce dei Marsi si spegnerà l’illuminazione del Monumento ai caduti.
  • Martinsicuro si spegnerà l’illuminazione del Torrione Carlo V.
  • Mosciano Sant’Angelo si spegnerà l’illuminazione di Piazza Saliceti e del centro storico.
  • Nereto si spegnerà l’illuminazione di Piazza Cavour.
  • Ortona si spegnerà l’illuminazione del Castello Aragonese.
  • Pescara si spegnerà l’illuminazione del Palazzo di Città e della Torre civica.
  • Pineto si spegnerà l’illuminazione di villa Filiani.
  • Roseto Degli Abruzzi si spegnerà l’illuminazione di Piazza della Repubblica.
  • San Pietro di Isola del Gran Sassoì si spegnerà l’illuminazione del Centro dell’acqua del Parco nazionale del Gran Sasso e monti della Laga.
  • San Vincenzo Valle Roveto: si spegnerà l’illuminazione della Piazza del comune
  • San Vito Chietino: si spegnerà l’illuminazione di Via Madonna del Porto
  • Sant’Eusanio del Sangro: si spegnerà l’illuminazione del Palazzo comunale.
  • Scoppito si spegnerà l’illuminazione del paese.
  • Spoltore si spegnerà l’illuminazione del campanile della Chiesa di San Panfilo.
  • Tagliacozzo si spegnerà l’illuminazione di Piazza Duca degli Abruzzi e del palazzo Ducale
  • Teramo si spegnerà l’illuminazione del Duomo e di Piazza Martiri della Libertà. Osservazione delle stelle in collaborazione con l’Osservatorio di Collurania e coro gospel.
  • Tollo si spegnerà le luci in tutti gli edifici comunali e organizza una degustazione a lume di candela di vini e prodotti tipici locali presso l’Enomuseo. Ci sarà anche l’osservazione del cielo
  • Tortoreto Lido si spegnerà l’illuminazione di via Trieste.
  • Vasto si spegnerà l’illuminazione del Palazzo d’Avalos, Castello Caldoresco, Monumento a Rossetti

Eventi speciali.

  • A Chieti alle ore 17.45 presso l’Auditorium del Museo universitario si terranno un incontro a tema con tre relazioni: “La fine della notte”, “Luce sulla salute” e “Il cielo di aprile” per parlare di inquinamento luminoso e degli effetti sull’uomo: interventi del Dott. Massimiliano La Rovere e della Dott.ssa Irma Castelnuovo.
  • A Lanciano alle ore 10 proiezione del film “Before the flood” con Leonardo Di Caprio sui cambiamenti climatici con le scuole della città presso il Cinema CiakCity.
  • Ad Avezzano partecipazione al Festival del Cinema Ambientale al Castello Orsini Colonna.
  • A Vasto adesione della Confesercenti e del Consorzio commercianti Vasto in centro con cene e aperitivi a lume di candela e vetrine spente, più un flash-mob al Monumento Rossetti a cura della Consulta giovanile.

Cene a lume di candela.

  • Ad Atri presso l’Osteria Zedi.
  • A Chieti presso il Ristorante “Da Nino”.
  • A Ortona presso la pizzeria “Da Cristiano” con tre docenti della Università D’Annunzio – Piero Di Carlo, Francesco Stoppa, Francesco Brozzetti – che parleranno dei cambiamenti climatici.
  • A Teramo presso il ristorante Stagioni, Bistrot all’italiana.

Le adesioni delle aree naturali protette.

  • Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga spegnerà l’illuminazione esterne di tutte le sue sedi.
  • Parco nazionale della Maiella: si spegnerà l’illuminazione del Centro visita del giardino botanico D. Brescia, sede del Cea del Parco. Presentazione presso la badia morronese del libro La botanica de’ Fiori dedicata al Bel Sesso edizione rivisitata di un volumetto ottocentesco.
  • Area Marina Protetta Torre del Cerrano spegnerà le luci della Torre del Cerrano a Pineto.
  • Parco Regionale Sirente-Velino ha aderito attraverso un’attività di comunicazione.
  • Riserva naturale Castel Cerreto spegnerà il centro visita e ci sarà una serata a tema con laboratorio, aperitivo e letture a lume di candela.
  • Oasi Wwf Riserva regionale dei Calanchi di Atri: nel pomeriggio ha organizzato ad Atri una serie di iniziative per ragazzi in attesa dell’Ora della Terra.
  • Oasi Wwf Riserva regionale delle Gole del Sagittario, ad Anversa degli Abruzzi,: nel pomeriggio in Oasi e ad Anversa degli Abruzzi ha organizzato una serie di iniziative in attesa dell’Ora della Terra.

Pulizie delle spiagge la mattina. Quattro spiagge saranno ripulite a mano dai volontari del WWF che hanno coinvolto scuole, associazioni e gruppi locali nella pulizia.

  • Martinscuro, appuntamento alle ore 9 presso la rotonda davanti allo stabilimento La rosa blu con la partecipazione delle classi dell’Istituto comprensivo Sandro Pertini.
  • Roseto degli Abruzzi, appuntamento alle ore 9.30 presso lo stabilimento Lido d’Abruzzo con la partecipazione dell’istituto Moretti.
  • Pescara, appuntamento alle ore 9 presso l’ingresso a mare della sede della Lega Navale Italiana con la partecipazione di classi del Liceo linguistico Marconi.
  • San Vito Chietino, appuntamento alle ore 10 presso il molo lungomare di Gualdo con la partecipazione della Federazione italiana nuoto (Fin) Abruzzo.