La Riserva Grotta delle Farfalle nella Rete delle Aree Protette Marino Costiere

Rocca San Giovanni (Ch). La Riserva Grotta delle Farfalle entra nella Rete delle Aree protette marino costiere d’Abruzzo (Ramca) completando la prima rete regionale di aree protette nata nel 2016.

Sono 9 le aree protette coinvolte, la Grotta delle Farfalle si unisce alle fondatrici, ossia, l’Area marina protetta Torre Cerrano e le Riserve regionali Punta Aderci, Marina di Vasto, Lecceta di Torino di Sangro e Borsacchio alle quali si erano unite, nel 2017, la Pineta dannunziana di Pescara e nel febbraio 2019 Ripari di Giobbe e Punta dell’Acquabella di Ortona (Ch).

Sarà possibile cominciare la seconda fase del lavoro congiunto per arrivare all’elaborazione di un Piano d’azione comune che conterrà progetti e interventi di salvaguardia di specie ed habitat d’interesse comunitario legate agli ambienti costieri e marino-costieri d’Abruzzo, inclusa una verifica periodica, attraverso l’analisi congiunta dei dati monitorati, della conservazione delle varie specie di flora e fauna locale. La sede operativa di Ramca è l’ufficio Riserve del Comune di Ortona, il coordinatore scientifico del progetto è Andrea Rosario Natale.

“Si tratta di un accordo che risponde alla necessità di dare una strutturazione ed una programmazione concertata tra le riserve  per sviluppare economie di scala e beneficiare di un’azione sinergica comune, di concerto con la Regione Abruzzo e con il ministero dell’Ambiente, con l’obiettivo di salvaguardare, tutelare e monitorare la biodiversità marino costiera – dichiara Fabio Caravaggio, consigliere delegato all’ambiente per Rocca San Giovanni il cui consiglio comunale mercoledì ha deliberato all’unanimità l’ingresso nella rete così come il Comune di San Vito Chietino lo scorso mese. “L’obiettivo è sviluppare esperienze pilota innovative nel campo della gestione integrata delle zone costiere, della ricerca applicata e dell’educazione ambientale degli stili di vita sostenibili e partecipare in maniera collettiva, ottenendo maggior premialità, a bandi di finanziamento a carattere europeo, ministeriale e regionale” conclude Caravaggio. “Come sindaco di Rocca San Giovanni, ente capofila nella gestione della riserva Grotta delle Farfalle esprimo grande soddisfazione per l’adesione alla rete Ramca, un progetto innovativo che consente di accomunare, sotto un unico marchio, tutte le riserve litoranee della Regione per creare un’entità dedita alla valorizzazione, alla conservazione e alla salvaguardia del nostro habitat marino-costiero” spiega Giovanni Di Rito. Conclude Emiliano Bozzelli, sindaco di San Vito Chietino: “L’adesione a Ramca rappresenta un momento fondamentale della fase di rilancio della riserva confermando la volontà dei Comuni di superare i ritardi  anche attraverso la partecipazione alle reti che come Ramca favoriscono lo scambio di esperienze e la programmazione delle attività”.