Castelvecchio. Salutari e gli assessori assolti

Castelvecchio Subequo (Aq). “Assolto con formula piena” così oggi il primo cittadino Pietro Salutari, ha chiarito la sua posizione nel consiglio comunale chiesto dai consiglieri di opposizione per l’inchiesta della procura della Repubblica del Tribunale di Sulmona che lo vedeva imputato per abuso di ufficio.

Era stato rinviato a giudizio con gli assessori e il segretario comunale, anche loro assolti, Salutari nella prima ed unica udienza, tenuta ieri 14 marzo, é stato completamente assolto perché il fatto non sussiste. A giudizio per il rinnovo dell’incarico di tecnico comunale al professionista Marco Moca, Salutari e gli altri amministratori, in aula, hanno potuto difendersi e finalmente liberarsi dall’ accusa di abuso d’ufficio.

Anche per il consiglio comunale, convocato per soddisfare la richiesta dell’opposizione di un chiarimento al sindaco sulla vicenda giudiziaria, sono sorti dei problemi per i termini e proprio la minoranza, che aveva chiesto l’assise civica, aveva poi lamentato il mancato rispetto dei termini di convocazione imposti dal regolamento. Superare la mancanza di un segretario comunale, attraverso il ricorso alla prefettura dell’Aquila, non é bastato. Il secondo rinvio ha fatto scivolare il consiglio al giorno dopo l’udienza in tribunale, sollevando altre polemiche.

“Soddisfazione per la sentenza che ha prosciolto perché il fatto non sussiste l’intera giunta comunale e il segretario comunale. Siamo stati sempre sereni, abbiamo sempre avuto fiducia della magistratura, consapevoli della corretta condotta adottata nello svolgere il mandato amministrativo che i cittadini ci hanno affidato” ha dichiarato Salutari.

mariatrozzi77@gmail.com