Modificato il tracciato della gara di Enduro, attraversava un Sito d’interesse comunitario

Gioia dei Marsi (Aq). Gli ambientalisti hanno ragione il tracciato della gara di Enduro del campionato italiano, previsto oggi e domani a Gioia, toccava anche un Sito d’interesse comunitario (Sic IT7110205). Fortunatamente il percorso è stato modificato, ma solo dopo la segnalazione di Wwf, Altura e Lipu al Pnalm.

Confine del Pnalm foto Trozzi

Resta il disturbo alla fauna selvatica, a specie protette e in via d’estinzione che proprio sull’area protetta in questo periodo si riproducono. Comunquevil presidente del Parco nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, Antonio Carrara, ha risposto alla nota che Wwf, Altura e Lipu hanno inviato a Carabinieri forestali, Regione, parco, Comune di Gioia dei Marsi e per conoscenza,al ministero dell’Ambiente, chiarendo di essere intervenuto per far modificare il percorso su un Sito di interesse comunitario e di aver predisposto, d’intesa con i Carabinieri forestali, un servizio di sorveglianza atto a scongiurare eventuali problemi.

Il Parco, tra le righe, sottolinea di non aver ricevuto alcuna richiesta di autorizzazione e di essere stato costretto a procurarsi autonomamente la documentazione relativa alla gara. Questo significa che continua a esserci un atteggiamento poco consapevole sull’importanza delle aree protette che spesso vengono ignorate. Tra l’altro la soluzione trovata (la modifica del percorso con l’esclusione del Sic IT7110205 Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise risolve solo in parte il problema. Spiegano le associazioni: “Se infatti è scongiurato il passaggio di mezzi motorizzati, vietato all’interno di Parchi nazionali e Riserve naturali regionali, resta il problema del disturbo comunque arrecato”.

La normativa è molto chiara, ai sensi della direttiva 92/43/Cee Habitat (dpr 8 settembre 1997 n. 357, dpr 12 marzo 2003 n. 120 e in base all’Art. 10 del dgr n° 119/2002 …è necessario effettuare la Valutazione di incidenza ambientale per tutti i progetti, anche esterni ai Sic, che possono avere influenza sugli stessi. L’attività messa in programma può essere lesiva delle specie e degli habitat protetti.

Purtroppo per le aree protette la storia si ripete, ma in termini di presenze turistiche, coloro che sono favorevoli a questo genere di iniziative nei parchi hanno mai considerato il fatto che la fama e la ricchezza di località come Gioia dei Marsi si devono alla Natura e non ad una gara di Enduro che, senza controlli e autorizzazione, disintegra quella eredità?

Archivio

Mistero sul tracciato di gara enduro a Gioia dei Marsi, intervengono Wwf, Altura e Lipu

Una risposta a "Modificato il tracciato della gara di Enduro, attraversava un Sito d’interesse comunitario"

I commenti sono chiusi.