Sulmona, a Semafori spenti negli incroci più pericolosi quintuplicati gli incidenti stradali

Sulmona (Aq). Gli incidenti stradali in città sono quintuplicati da quando i semafori restano spenti nelle intersezioni più pericolose, lo stiamo ribadendo da giorni, ma nessuno ascolta a palazzo San Francesco. Sembra che manchi la firma di un dirigente comunale sulle autorizzazioni per l’intervento di ripristino dei semafori. Dal sindacato Unione italiana lavoratori (Uil) l’appello è a  riaccendere subito i semafori nel territorio di Sulmona “prima che ci scappi il morto”.

Ieri alle ore 21.40 ancora su via Lamaccio un altro incidente, nulla di grave per le persone coinvolte. Sempre sullo stesso incrocio di via Lamaccio tra una Citroën e una Nissan stamane un altro scontro tra vetture, stanno bene le persone coinvolte, una ragazza e un agente della Polizia penitenziaria proveniente da via Lamaccio. Distrazione, fretta e semaforo spento stanno facendo davvero troppi danni e nel giro di 24 ore questo è il V incidente in città.

“Quello di ieri sera è stato il terzo incidente stradale su via Lamaccio – spiega il sindacalista Mauro Nardella – Gli stessi si sommano a quello di viale Costanza del giorno prima. Seppur fortunatamente senza gravi conseguenze per i passeggeri tutti hanno avuto un comune denominatore: semafori non funzionanti. È vero che il codice della strada parla chiaro in tema di rispetto delle precedenze, ma è altrettanto vero che se un impianto per la regolazione del traffico c’è un motivo ci sarà? – aggiunge il segretario Uilpa – Il ripristino della funzionalità degli impianti non può tardare, dopo l’incidente di ieri sera tra la Opel corsa e la Fiat Bravo un semaforo è  stato addirittura divelto. Gli incroci interessati dagli incidenti negli anni scorsi hanno causato ben più gravi conseguenze alle persone. Non possiamo aspettare che altri ci rimettono di proprio o che si debba, come a volte accade, aspettare che ci scappi il morto prima di correre ai ripari. Si provveda subito, quindi, a rimettere a posto le cose” concludono Nardella e il segretario Uil Trasporti, Vincenzo Marcotullio. L’unico suggerimento che si può dare agli automobilisti a questo punto è di guidare con prudenza ovunque ed in particolar modo sugli incroci incriminati di viale Costanza e via Lamaccio.

mariatrozzi77@gmail.com