Settantenne gioca con il drone: tagli al viso, costole rotte e polmone perforato

Giocava con il drone l’ultra settantenne che si è ritrovato in ospedale, sotto i ferri. Il mezzo fuori controllo gli è arrivato dritto addosso in pieno volto. M. E. è stato soccorso e ricoverato all’ospedale San Salvatore dell’Aquila con delle costole rotte e un polmone perforato.

Evidenti i tagli sul viso dell’uomo causati dal drone di cui non è riuscito a governare il volo con guida da remoto. Nell’impatto con il  macchinario l’uomo ha perso l’equilibro cadendo e fratturandosi qualche costola. Purtroppo una delle costole rotte gli ha poi perforato un polmone. L’incidente è accaduto verso le ore 14 a Prato Lonaro frazione di Lucoli (Aq). Trasportato in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale civile dell’Aquila, per l’anziano la prognosi non è stata ancora sciolta. Il drone è stato recuperato su un albero.

Non è affatto un gioco guidare un mezzo del genere, è indispensabile frequentare dei corsi e ottenere, attraverso degli esami, un patentito vero e proprio. Purtroppo in tanti prendono alla leggera questo genere di attività e i problemi così non mancano mai.

mariatrozzi77@gmail.com