Tra Prezza e Sulmona, Strada Vicinale Canale di Corfinio dal 1974 da asfaltare e illuminare

Quello che in dialetto viene definito lu mun dij scurdát (il mondo dei dimenticati) esiste davvero e ha un nome: Strada vicinale Canale di Corfinio che dal 1974 deve essere asfaltata e messa in sicurezza.

Non c’è alcun errore, la data è proprio questa (1974) per la traversa della provinciale 118, nei pressi di Campo di Fano, frazione di Sulmona (Aq).

In questa strada pubblica non c’è illuminazione, i lampioni sono attesi da 44 anni dalle famiglie che vi abitano e che hanno chiesto che almeno fosse asfaltato il tratto.

La viuzza in parte ricade sul territorio di Prezza (Aq) e in parte su quello di Sulmona. Gli amministratori dei 2 Comuni si dovrebbero accordare per dividersi l’incombenza. Nulla di fatto però anche in questi anni di buoni rapporti di vicinato tra Prezza e Sulmona. Niente miracoli e la situazione è ben rappresentata dalle immagini. Nessuna delle 2 amministrazioni, al momento, ha provveduto a garantire un percorso sicuro a questi cittadini visibili solo per le tasse da pagare.

Le domande per mettere in sicurezza la strada si sono succedute nel corso dei decenni e sono rimaste tutte inevase.

Quanti ne ha visti passare questo sentiero di provetti politici e apprendisti stregoni che hanno elargito promesse, impegni e distribuito sorrisi nelle visite di cortesia per fare incetta di voti? Tanti che al primo cenno di pioggia annaspano nelle numerose pozzanghere.

Tutta la nostra solidarietà ai residenti che hanno provato ad attutire i colpi riempiendo le numerose buche del tratto con del terriccio, dicono che più di una volta hanno rischiato di essere multati. Non ce ne vogliano per la battuta, ma é proprio il caso di dire: Cornút e mazziate.