Francesco Di Felice dal Futuro della Politica Idee Chiare e Aria Pulita

Giovanni Legnini è stato tra i più giovani senatori della Repubblica e Francesco Di Felice vorrebbe seguire il suo esempio ed è sulla buona strada. Non è da tutti, a 22 anni, avere le idee chiare e Di Felice, consigliere di maggioranza nel Comune di Vittorito con delega allo sporto e alle politiche ambientali, si è candidato per Legnini presidente.

Francesco Di Felice

É tra i più giovani, se non il più giovane in lista ed è tra i più intraprendenti di questa tornata elettorale che il 10 febbraio porterà alle urne oltre 1 milione e 40 mila abruzzesi. Vive a Vittorito  nell’aquilano, Francesco Di Felice lo abbiamo incontrato a pochi passi dal suo comitato elettorale su corso Ovidio 132 a Sulmona per rivolgergli una domanda a sorpresa, a tema, a cui non ha esitato nel dare una risposta. Cosa pensi dello sfruttamento delle risorse ambientali: “Il territorio va preservato e difeso da opere dannose, costose ed inutili. L’Italia, il Paese della Natura (..e mi chiede la cortesia di mettere in maiuscolo queste  parole), della Cultura e della Bellezza, con gravi problemi ambientali da risolvere, con forte rischio sismico ed idrogeologico, non può essere vessato  dalla realizzazione di grandi opere che viaggiano sul binario morto dell’energia fossile. Sarebbe necessaria una svolta radicale verso l’efficienza energetica, l’uso delle rinnovabili, altro che trivelle! Sarebbe ora di progettare una concreta messa in sicurezza del territorio pensando alla valorizzazione dell’unicità del nostro Paese, alla cura e alla bellezza dei centri storici e alla ricchezza del patrimonio culturale e naturale che è la più grande risorsa, il più grande tesoro custodito dal Centro Abruzzo”.