Bimbi Subequani senza Pediatra: Soluzione Tampone della Asl con Biancolino

Dalla Asl una soluzione tampone per gli oltre 800 bambini, da 0 a 12 anni, rimasti senza pediatra. Il calcolo si fa un po’ complicato se, caldeggiando l’ipotesi del medico di base a servizio dei bimbi che hanno più di 6 anni, si riduce la distanza e il numero dei piccoli da assistere, circa 400 creature che hanno diritto alla disponibilità di un pediatra, a poca distanza. Il problema resta perché, sappiamo tutti, non è solo una questione di quantità

La situazione che si è determinata i primi giorni di gennaio sarà superata per la valle Subequana dove i genitori si sono mobilitati con una lettera e una petizione per chiedere al manager Asl, Rinaldo Tordera, una soluzione immediata per i piccoli dopo il collocamento a riposo delle 2 dottoresse nel comprensorio Peligno-Sangrino, punto di riferimento dei bimbi di questa fetta di  area interna. Sulla questione è intervenuta anche l’avvocato del tribunale per i diritti del malato, Catia Puglielli, che ha inviato una diffida all’azienda. per una tempestiva soluzione.

Il primo passaggio garantito dalla dirigenza Asl sta nella possibilità di rivolgersi ad altri pediatri . Ciò non tranquillizza i genitori perché sono evidenti i disagi per la circolazione e non solo in questi giorni di maltempo per la neve, il ghiaccio, considerando le penose condizioni delle strade anche in situazioni di normalità: “Sino al conferimento di incarichi in favore di nuovi pediatri i genitori dei bimbi, assistiti da quelli cessati, possono effettuare scelte in favore dei pediatri operanti nel territorio considerato, superando anche il massimale raggiunto dagli stessi – spiega Tordera – Dal 16 gennaio e fino all’individuazione della relativa zona carente, uno di questi aprirà, ogni mercoledì dalle ore 9.30 alle 12, uno studio secondario nel poliambulatorio distrettuale di Castelvecchio Subequo” il pediatra Giuseppe Biancolino per l’esattezza.

Dunque corrono ai ripari e la soluzione tampone adottata dai vertici dell’Azienda sanitaria locale al momento sembra prevedere 2 misure. Saranno riaperte le liste dei medici per i più piccoli e con il pediatra Biancolino, una volta a settimana, il mercoledì mattina sarà operativo il distretto di Castelvecchio Subequo (Aq). Questo fino a settembre, quando saranno concluse le pratiche legate ad una eventuale nuova nomina in caso di area carente.

“È altresì importante tener conto del fatto che per i bambini oltre i 6 anni è possibile la scelta di un medico di assistenza primaria le cui competenze danno garanzia di cure del tutto adeguate – conclude Tordera – Nel prossimo marzo, nel rispetto d’una tempistica che comunque non avrebbe potuto essere più breve, la Asl procederà alla rilevazione delle zone carenti con pieno ripristino delle migliori forme assistenziali e della più ampia facoltà di scelta”.

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio

Bimbi senza Pediatra in valle Subequana, i Genitori si Mobilitano con Petizione, Lettera e Diffida