Protocollo di tutela dell’ambiente montano del Parco Sirente

Rocca Di Mezzo (Aq). É stato firmato ieri il protocollo di tutela dell’ambiente montano tra l’assessore regionale ai Parchi e riserve, Lorenzo Berardinetti, il commissario del parco Sirente Velino, Igino Chiuchiarelli e il presidente del Club Alpino italiano Abruzzo, Gaetano Falcone. 

La volontà sarebbe quella di organizzare attività capaci non solo di tutelare la fragilità del territorio, ma anche di sviluppare progettualità mirate a renderlo maggiormente fruibile e consapevole del proprio valore, per berardinetti. Chiuchiarelli, dopo un rapido resoconto sull’operato dell’ultimo anno, ha sottolineato l’importanza dell’apertura dell’ente a iniziative di carattere sportivo, ricreativo e promozionale finalizzate alla scoperta dell’area montana e, quindi, anche in perfetta sintonia con l’ambiente circostante. É previsto un gruppo di lavoro per affrontare i problemi legati alla frequentazione e alla fruizione turistico-sportiva delle aree sensibili e di particolare valore biologico-paesaggistico, è indicato nella nota della Regione. Sarebbe importante il Cai per meglio conoscere lo stato di salute dei sentieri (presenza di fenomeni erosivi, frane, dissesti vari, che possono pregiudicare la conservazione della biodiversità e la sicurezza dei tracciati) e per la protezione delle imponenti risorse naturali che ricadono nel territorio del Parco. Berardinetti si è soffermato sulla necessità di coinvolgere le eccellenze territoriali: “É fondamentale lavorare sulla certificazione delle attrattive e delle attività produttive per l’identificazione di una territorialità di pregio in questi mesi ho incontrato numerosi addetti ai lavori con i quali l’interlocuzione ed il costante confronto sono stati massimi. Come tutti sapete, il mio impegno per la risoluzione del problema dei rimborsi ai danni da cinghiale ha avuto esito positivo grazie al pagamento degli stessi registrati dal 2015 al 2017”.