Sta per Scattare il divieto dei Botti a Capodanno, in vigore sino al 2 Gennaio

Sulmona (Aq). Il divieto di esplodere i petardi sarà di nuovo in vigore tra poche ore e sino al 2 gennaio però nessuno ancora si preoccupa di come riuscire davvero a farlo rispettare. A ricordare la necessità di un’ordinanza del genere sono stati anche gli ultimi accadimenti in centro storico, con un negoziante aggredito, alle spalle, dal padre di un ragazzino che ne sparava parecchi di petardi, sabato in prima serata, dinanzi le vetrine del nuovo negozio.

Stamane in aula, Mauro Tirabassi, consigliere comunale di opposizione – sostenuto da altri consiglieri della minoranza- ha ribadito alla sindaca il necessario intervento. Annamaria Casini ha risposto in aula che avrebbe provveduto, entro poche ore, alla pubblicazione dell’ordinanza già pronta, a detta della prima cittadina. Non si è fatto attendere, le scorse settimane, l’appello di Gabriella Tunno, coordinatrice dell’associazione Code felice e Responsabile del struttura del  canile municipale. Così é stata firmata da Casini l’ordinanza che dispone il divieto di esplodere petardi, botti e fuochi d’artificio a Sulmona, in particolare nei luoghi di aggregazione o affollati, nelle aree a rischio propagazione incendi, nei pressi dell’ospedale, delle scuole, dei luoghi di culto e nelle vicinanze di monumenti, edifici o aree a valenza storica, archeologica, architettonica, naturalistica o ambientale, nonché in via Vicenne contrada Noce Mattei.

Tutto questo  in linea con la nota diramata dalla prefettura dell’Aquila. Il provvedimento entrerà in vigore dalle ore 24 di oggi (28 dicembre) e fino alle ore 24 del 2 gennaio. Il sindaco invita i cittadini, nelle altre zone del territorio comunale ad adottare condotte prudenti e responsabili nell’uso dei fuochi pirotecnici osservando condizioni di sicurezza. Salvo che il fatto non costituisca reato, in caso di inosservanza delle disposizioni, pena prevista: sanzioni amministrative che vanno dai 25 ai 500 euro. Inoltre “tutte le disposizioni eventualmente in contrasto o incompatibili con l’ordinanza saranno revocate”.

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio 

Rimprovera chi esplode petardi e si becca un pugno. Episodio ricorrente a Sulmona

Richiesta divieto botti Tirabassi