Manovra. No al Blocco delle Pensioni. Fate Pagare Tasse ai Ricchi

Tutto cambia per non cambiare mai in Italia, terra brava a travestirsi, a coprirsi, con la faccia dietro a un mascherone di circostanza tinto con i colori del momento quelli che vanno più di moda (giallo verde). Così il cambiamento conferma, come in passato, il blocco delle rivalutazioni delle pensioni. In una nota appena diramata Rifondazione Comunista sostiene la mobilitazione programmata domani, in tutto il Paese, dai sindacati per le pensioni che rischiano il blocco.

Un brivido dalla cervice scende alle spalle di milioni di anziani che tra pochi giorni, allo scadere di dicembre, saranno alle prese con gli aumenti dei costi in bolletta, per il gas che serve per riscaldare e cucinare solo perché le spese di sistema aumentano. Sono quelle che tante volte abbiamo menzionato, che serviranno a pagare gli impianti e le nuove strutture inutili, metanodotti e centrali, come il Tap (trans adriatic pipeline) e il Rete adriatica, con il mega mostro che passerà in Abruzzo, e la sua appendice da piantare a Case Pente di Sulmona (Aq). Questo nonostante la riduzione del prezzo del petrolio e gli anziani, poveri vecchi, dovranno continuare, per quel che è possibile, a sostenere i loro poverissimi figli. E dare una mano anche ai loro sfortunatissimi nipoti. E dovranno continuare a subire le famiglie più povere per garantire l’ennesima boccata di ossigeno ai ricchi, certo magari col sole d’alta quota sulle piste da scii.

“Consideriamo sacrosanta la protesta dei sindacati dei pensionati indetta domani con presidi in tutta Italia – spiega Maurizio Acerbo, segretario nazionale Partito rifondazione comunista e sinistra europea (Prc-Se) – Per non far pagare più tasse ai ricchi,come vorrebbe la nostra Costituzione, si blocca la rivalutazione delle pensioni di lavoratrici e lavoratori che hanno versato i contributi. Questo governo, come quelli del Pd e di Berlusconi, non aumenta aliquote su redditi alti e non introduce una patrimoniale su grandi ricchezze. Doveroso segnalare che gli strepiti di Forza Italia e Partito democratico sono ridicoli visto che loro hanno già bloccato le rivalutazioni in passato”.