Una strada a Silvio Salvatore Sarra che riscoprì lo Zafferano di Navelli

Navelli (Aq). La nuova strada di accesso ai Moduli abitativi provvisori (Mao) realizzati, dopo il sisma, a ridosso della frazione di Civitaretenga sarà intitolata a Silvio Salvatore Sarra, l’uomo che riscoprì lo Zafferano di Navelli.

Aggiornamento

Zafferano, stimmi sfilati dal fiore Foto Maria Trozzi Report-age.com 30.102017
Stimmi sfilati dal fiore di zafferano Foto Maria Trozzi

Un anno fa, durante la raccolta della pregiata spezia abbiamo conosciuto, proprio a Civitaretenga, la Signora Giovannina Sarra che porta avanti questa importante attività accompagnando le nuove generazioni alla riscoperta di questo delicato  mestiere che richiede pazienza, attenzione e cura nella coltivazione e nel recupero degli stimmi di Zafferano aquilano. Un’attività che incuriosisce e attira sulla Piana dei Navelli sempre più curiosi pronti a partecipare e a vivere intensamente i giorni della raccolta che noi abbiamo raccontato (qui)

Ricordare l’impegno di Silvio Salvatore Sarra per la valorizzazione dello zafferano di Navelli e tramandarlo ai posteri. Questo il senso della delibera della giunta Federico con cui vene intitola la strada a Sarrà. Ad approvare l’iniziativa sono la Deputazione storia patria, il Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac) e la prefettura. Sarà così ricordato l’uomo che con il suo impegno ha rilanciato la produzione e la commercializzazione dello zafferano Dop  dell’aquilano nel mondo. “Ricordare con un atto concreto la figura di Silvio Salvatore Sarra è un modo per onorare il suo impegno per la nostra terra e spingere le nuove generazioni a guardare al suo lavoro e alla sua volontà per continuare a fare grande una delle eccellenze del nostro territorio” ha dichiarato il sindaco di Navelli Paolo Federico.

Lo storico leader dello zafferano, Silvio Salvatore Sarra è stato, tra l’altro, fondatore della cooperativa Altopiano di Navelli specializzata nella valorizzazione, commercializzazione e promozione delle particolari caratteristiche dello zafferanno di Navelli. Nel 2010 a circa un anno dalla sua morte è stata creata una fondazione che porta il suo nome ed è guidata dalla sorella Giovannina (la Signora Gina), proprio per dare seguito al lavoro di Silvio Salvatore Sarra. Ora con l’inaugurazione della strada l’intera comunità dell’Altopiano rende onore al suo lavoro.

Archivio

Zafferano a Navelli: è tempo di Raccolta. La Tisana e la Gazzosa di Civitaretenga della Signora dello Zafferano. Esclusiva