Un Casertano alla guida della Squadra Mobile dell’Aquila

L’Aquila. É originario di Piedimonte Matese, nel Casertano, il nuovo capo della squadra Mobile della questura dell’Aquila, il vice questore aggiunto della polizia Marco Mastrangelo. 

Marco Mastrangiolo

Mastrangelo ha 44 anni, è laureato in giurisprudenza ed in scienze dell’amministrazione, è avvocato ed è entrato in Polizia nel 1999, maturando esperienze professionali in più ruoli. Dopo avere frequentato, dal 2006, il corso biennale di formazione per Commissari alla Scuola superiore di Polizia, conseguendo un master di II Livello in scienze della Sicurezza, ha prestato servizio dal 2008 presso il V Reparto mobile di Torino e dal 2012 presso la questura di Cuneo come dirigente della divisione Polizia anticrimine, vice capo di gabinetto e, dal 2014, capo della Mobile.

Mastrangelo ha incontrato il procuratore generale di corte d’Appello Pietro Mennini ed il procuratore della Repubblica dell’Aquila Michele Renzo mettendosi a disposizione per il servizio che renderà alla città ed alla provincia con ufficiali e agenti di polizia della Mobile.