Metanodotto e Centrale Snam, amministratori e ambientalisti: riparta da Zero la procedura

Deve ripartire da zero il procedimento di autorizzazione del Rete adriatica senza effetto spezzatino. Questo all’unisono chiedono 21 Comuni, 3 associazioni ambientaliste, comitati cittadini, Provincia dell’Aquila e Regione Abruzzo rivolti al governo affinché il mega progetto della multinazionale Snam sia valutato per quello che è e non alla luce dei segmenti in cui è stato spezzettato e che lo compongono.

Aggiornamento

Da qui le puntuali osservazioni che ambientalisti e tecnici da anni vorrebbero portare all’attenzione del governo nazionale per una discussione seria sulle alternative possibili al tracciato del metanodotto che attraversa aree a massimo rischio sismico e dissesto idrogeologico, punti fissati oggi in calce sulla lettera indirizzata all’esecutivo. Progetto che è stato frammentato in più segmenti con un iter autorizzativo diverso da quello che sarebbe potuto essere e che magari avrebbe portato ad una bocciatura completa dell’opera considerata per intero. In un documento congiunto, 6 pagine in tutto, si ricostruisce tutta la storia dell’impianto, metanodotto (Tratto Sulmona-Foligno in fase finale di autorizzazione) e centrale di spinta del gas naturale – autorizzata – da costruire a case pente. Struttura interamente e inizialmente prevista sulla costa adriatica poi spostata nelle aree interne a massimo rischio sismico e a rischio dissesto idrogeologico, sulla dorsale Appenninica.

Il documento promosso dal sottosegretario regionale con delega all’ambiente, Mario Mazzocca, è sottoscritto da Provincia dell’Aquila, Comune di Sulmona, con altre 20 amministrazioni locali interessate dall’impianto, i comitati cittadini e 3 associazioni ambientaliste abruzzesi: Wwf, Pro Natura e Legambiente. Al presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, al ministro dell’ambiente, Sergio Costa e al ministro dello sviluppo economico, Luigi Di Maio si chiede di rivedere quanto sino ad ora fatto e di procedere ad una nuova autorizzazione senza l’effetto spezzatino.

Archivio Vertenza Snam

Documento sottoscritto oggi da amministratori e ambientalisti

Una risposta a "Metanodotto e Centrale Snam, amministratori e ambientalisti: riparta da Zero la procedura"

I commenti sono chiusi.