Punta Penna 6 anni fa l’ultimo monitoraggio

Vasto (Ch). Si respira una brutta aria a Punta Penna, a denunciarlo sono i residenti dell’area del porto che si lamentano  dell’aria irrespirabile delle vicine attività industriali. 

Con un’interrogazione in consiglio comunale il Movimento 5 stelle chiede dei rilevamenti sulla qualità dell’aria in special modo nelle aree a rischio, nei pressi del porto. Preoccupa non poco, in queste condizioni, il fatto che la situazione non accenna a migliorare mentre dal municipio arriva un altro parere favorevole per un nuovo cementificio a freddo.

Non risulta che gli amministrazioni comunali abbiano avviato le procedure per garantire alla popolazione dei nuovi monitoraggi dell’aria e controlli più frequenti all’Agenzia regionale per la tutela ambientale (Arta) eppure per il rilevamento più recente, risale a quasi 7 anni fa, a Punta Penne si respiravano in prevalenza idrocarburi policiclici aromatici totali  (Ipa) e di Pm10 (polveri sottili). Da febbraio 2012 l’amministrazione comunale non ha nemmeno provveduto, in autonomia, a dotarsi di centraline di rilevamento, per tenere sotto controllo la situazione soprattutto sul porto.

mariatrozzi77@gmail.com