E la chiamano riqualificazione: Handicap all’Angolo dell’area risistemata di Corso Ovidio

Sulmona (Aq). “Fanno orecchie da mercante i nostri amministratori che di fatto hanno confinato i diversamente abili in un angolino del centro storico – così Sabrina Paolucci, segretaria cittadina di Forza Nuova, commenta il rifacimento dell’area antistante piazza Carmine -A chiusura del cantiere su corso Ovidio, sfuma la speranza di migliorare la viabilità per i disabili. Provo amarezza anche perché si è persa l’occasione di munire, i 2 marciapiedi interessati dagli interventi, di scivoli alle estremità, soprattutto in ingresso e in uscita, mentre si cerca di convincere la popolazione che i lavori siano migliorativi, stile Gattopardo!”.

Nuovo Marciapiedi con scivolo occupato da bici Report-age.com 1.12. 2018

Per accedervi, l’unico lato del marciapiede dotato di scivolo sulla strada è quello vicino i cordoni, a pochi centimetri dalle scale in pietra sottostanti le arcate dell’Acquedotto Svevo, un unico punto.

La Coordinatrice del movimento stamane ha sottolineato, anche in presenza di amministrazioni locali sul luogo dell’intervento, alcuni aspetti dei lavori che non convincono mamme con il passeggino, anziani e meno fortunati: “Non a caso c’era una bicicletta parcheggiata sull’unico spazio, del corridoio pedonale, da cui i diversamente abili in carrozzina dovrebbero immettersi per entrare nell’area verde, si fa per dire, e per raggiungere – dopo circa 25 metri – e con non poche difficoltà, la fontanella”.

Mentre Paolucci fa le sue osservazioni è in pieno svolgimento, su piazza Garibaldi, il mercato cittadino. Il centro è affollato e molti veicoli transitano in Zona a traffico limitato (Ztl), non è facile gestire questa situazione da una sedia a rotelle: “Questo marciapiede non dovrebbe essere scambiato per un’area di sosta per le due ruote, andrebbe lasciato libero per permettere a chi è in carrozzella di poter bere dell’acqua perché manca uno scivolo diretto alla fontanella – continua la segretaria cittadina di FN – Ancora più fastidioso è il fatto che il marciapiede sul lato opposto della strada sia precluso ai disabili. Eppure ci sono esercizi commerciali aperti che, garantita una condizione migliore per l’accesso, potrebbero essere frequentati da tutti senza alcuna discriminazione – conclude la coordinatrice cittadina Paolucci – Ricordo per chi l’avesse dimenticato che all’ingresso della Città dei confetti c’è una delle migliori cliniche del Centro Sud Italia per la riabilitazione. Peccato che pazienti e familiari debbano incontrare così tante difficoltà per frequentare il centro storico di una località che ospita una struttura di quel livello” e che punta sul turismo.

Ed è partita proprio da Sulmona, per arrivare a Vasto (Ch) e Roseto degli Abruzzi, la campagna di sensibilizzazione per abbattere le barriere architettoniche che Forza Nuova sta portando avanti in diverse località italiane.

Archivio

Ennesimo taglio, area risistemata senza Pini d’Aleppo

Soffocano la valle Peligna, sulle Barriere Architettoniche torna Forza Nuova

Sommersi di barriere architettoniche: l’impegno di Forza Nuova per i diversamente abili