Ranieri:Carenze all’ospedale Sangrino. Caruso: dal Governo attendiamo rimozione criticità

Castel di Sangro (Aq). Una visita ispettiva è quella che all’ospedale dell’Alto Sangro ha proceduto ad eseguire il consigliere regionale Ganluca Ranieri (M5s) nella quale il politico conferma carenze nella gestione delle emergenze, poco personale e macchinari obsoleti di un presidio che però resta un punto di riferimento anche per l’area Teatina e Molisana, ai confini con l’Abruzzo.

Gianluca Ranieri Report-age.com 2017
Gianluca Ranieri

“Ricevo costanti richieste di aiuto e d’intervento da cittadini e personale dell’ospedale di Castel di Sangro – spiega Ranieri – Un ospedale ormai da anni depotenziato da quella politica che prometteva coccole per i pazienti ed invece ha ridotto la sanità abruzzese ed i servizi locali in particolare, ad una condizione di totale inefficienza, esponendo i cittadini di questo territorio ad un rischio altissimo di cui spesso non sono neanche consapevoli”.

Angelo Caruso

“Anche se con un grande ritardo, mi fa piacere che il consigliere si sia interessato al nostro nosocomio, rilevando problemi e carenze che noi segnaliamo da anni e che il contenimento delle spesa sanitaria ha sostanzialmente determinato” così da Castel di Sangro, il sindaco Angelo Caruso, in prima linea per risollevare le sorti del territorio, anche da presidente della Provincia ha invocato l’unita dei Comuni dell’Aquilano e del comprensorio per vincere le sfide che quotidianamente le popolazioni delle aree interne si trovano a dover affrontare, ma anche scongiurare la chiusura del Punto nascita dell’ospedale di Sulmona (A), presidio neonatale cancellato dall’ospedale di Castel di Sangro dal 2012. “Ora certamente il nuovo governo saprà, come del resto annunciato, rimpinguare quel capitolo della finanziaria lasciato a secco, determinando in tal modo la rimozione delle criticità pendenti nel nostro ospedale ed in quelli della nostra provincia. Sono davvero ansioso di leggere nella approvanda legge di bilancio le maggiori risorse per la sanità”.

mariatrozzi77@gmail.com