Cifra da capogiro per trasporto in emergenza. Pettinari: era meglio un’ambulanza nuova

Popoli (Pe). “Nessuna ambulanza per le emergenze all’ospedale di Popoli. denuncia Domenico Pettinari, consigliere regionale del M5S e vice presidente della commissione Sanità in Regione Abruzzo – Da quando i due mezzi della Asl sono stati fermati perché troppo vecchi, la Regione ha affidato il servizio emergenze ad un’associazione, pagando una cifra da capogiro per garantire il trasporto. Somma che avrebbe permesso l’acquisto di un mezzo proprio per il soccorso nel giro di un anno” . 

Sino a febbraio 2018 questo ospedale della val Pescara disponeva di 2 ambulanze, una per soccorso in emergenza e l’altra per il trasporto inter-ospedaliero. Dopo il fermo, uno dei 2 messi è stato revisionato immediatamente per il trasporto inter-ospedaliero, l’altra ha lasciato scoperto il servizio di emergenza – spiega il pensastellato – Così la Regione ha affidato il trasporto in emergenza ad un’associazione privata pagando profumatamente l’affitto del mezzo. Una spesa viva che incide anche sul personale interno all’azienda sanitaria locale, addetto alla guida dell’ambulanza, che ha i turni ridotti al minimo, mentre i colleghi dell’associazione privata svolgono il lavoro per cui sono stati assunti dall’Ente – conclude con fermezza Domenico Pettinari il consigliere regionale – Una situazione che va risolta immediatamente. La Regione ha il dovere di ripristinare il servizio pubblico per le emergenze, mettere in condizione il personale Asl di svolgere il proprio lavoro ed evitare costi aggiuntivi che probabilmente, con una programmazione diversa ed un po’ di buon senso, si sarebbero potuti risparmiare, permettendo così di investire in altri servizi al paziente”.