Aree fragili tra conservazione ambientale, incontro a Colledara

Domani alle ore 17.30 nel Centro servizi della Riserva provinciale fiume Fiumetto a Colledara (Te), si terrà un incontro sul futuro delle aree ad alta valenza ambientale, ma marginali rispetto ai grandi assi di sviluppo tradizionale. 

L’incontro, organizzato da Wwf, Arci e Istituto abruzzese per le aree protette insieme al Comune di Colledara, prenderà il via dalla presentazione del libro Non più e non ancora (Ed Angeli) di Rita Salvatore ed Emilio Chiodo sulle aree fragili tra conservazione ambientale, cambiamento sociale e sviluppo turistico. Il lavoro dei due ricercatori sarà l’occasione per riflettere sullo sviluppo e la conservazione nei piccoli comuni, aiutati dalle esperienze di due riserve regionali naturali inserite nel circuito delle Oasi Wwf, la Riserva regionale dei Calanchi di Atri e la Riserva regionale delle Gole del Sagittario. Al dibattito, moderato da Massimo Fraticelli della segreteria regionale del Wwf Abruzzo, oltre ai due Autori, prenderanno parte Manuele Tiberii, sindaco di Colledara, Filomena Ricci, Responsabile Cconservazione del Wwf Abruzzo e già direttrice della Riserva regionale delle Gole del Sagittario, Adriano De Ascentiis, Direttore della Riserva regionale dei Calanchi di Atri, Andrea Rosario Natale, Coordinatore dello Iaap, Giorgio Giannella, Presidente Comitato provinciale Arci di Teramo. Le conclusioni sono affidate a Dante Caserta, vicepresidente del Wwf Italia.