Sommersi di barriere architettoniche: l’impegno di Forza Nuova per i diversamente abili

Sommersi di barriere architettoniche, bloccati, fermati, imbrigliati nell’indifferenza. Questi i moderni Figli di un Dio minore e i diversamente abili chiedono di non sacrificare la loro vita e i loro diritti nella spesa pubblica che sia sanitaria o in campo urbanistico, richiamandosi ad uno storico film a metà degli anni ’80 restituì dignità a molta gente poco fortunata. Oggi a sostenere i disabili, con una imponente campagna a tutela dei diritti, è Forza nuova Abruzzo.

Trasporto disabili Report-age.com 2916“Un ghetto all’interno del quale le amministrazioni abruzzesi hanno confinato i disabili che hanno la sfortuna di essere nati in questo territorio – spiega la responsabile sulmonese di Forza Nuova Sabrina Paolucci – Forza Nuova si schiera al fianco di tutti i diversamente abili abruzzesi, siamo già partiti a Sulmona (Aq) e a Vasto (Ch)” e non si fermano qui.
“Chi ti sta veramente vicino , chi declama per propaganda o chi combatte le tue battaglie schierandosi al tuo fianco? 
Mi piacerebbe conoscere la risposta a questa domanda che esprimerebbero i cittadini di Sulmona , particolarmente quelli affetti da disabilità – interviene Arianna Spinelli,  coordinatore regionale di Forza Nuova – Aldilà delle promesse non mantenute dall’amministrazione comunale le persone diversamente abili di Sulmona (Aq), sono ormai costrette da sempre a sostenere quotidianamente disagi e svantaggi che gli rendono particolarmente gravose le più ordinarie attività giornaliere. Tutto questo a causa delle mai rimosse barriere architettoniche. Salire su un autobus, accedere a uffici pubblici ed a volte anche poter prendere un banale caffè divengono imprese particolarmente ardue, se non impossibili. In seguito all’intervento del nostro segretario cittadino Sabrina Paolucci, ho deciso di fornire alla struttura di Sulmona tutto l’appoggio ed il sostegno politico necessario, in qualità di coordinatore regionale di Forza Nuova Abruzzo, per portare avanti la lotta a favore di tutti coloro che a causa di sfortunate circostanze  sono costretti a rinunciare ad una vita meno sofferta – conclude la coordinatrice regionale di Fn – Posso affermare che non abbandoneremo questo impegno fino a quando non saranno risolti i problemi derivanti dalle barriere architettoniche. Non lo facciamo per moda pseudo culturale o per apparire più buoni , ma per il rispetto che ogni nostro compatriota merita in quanto tale e perché battersi per i più deboli è per noi motivo di onore. Analoghe iniziative sono in corso in tutta la Regione noi non lasciamo indietro nessuno”.