Capolinea da Tiburtina ad Anagnina, immondizie e fregature alle stelle per l’Abruzzo

L’Aquila. Dai una mano e si prende tutto il braccio. Il detto calza a pennello per il caso della sindaca di Roma, Virginia Raggi, che propone di spostare all’Anagnina (solo metro A), il capolinea degli autobus delle linee interregionali d’Abruzzo. Utenti che devono così rinunciare alla centralità del piazzale antistante la stazione Tiburtina, non molto lontano nemmeno dall’università e ai collegamenti con 2 linee metro a disposizione (A-B della metropolitana).

Aggiornamento

L’Abruzzo ha fatto sin troppi favori a Roma e dintorni, incamerando i rifiuti indifferenziati dell’area della capitale e con una deroga di 2 mesi sopperisce ancora alla grave emergenza rifiuti che non accenna a risolversi,  nella città eterna in molti sensi. Sicuramente a gennaio ce ne sarà un’altra, così per i prossimi anni, di deroga per ulteriore monnezza capitolina da scaricare proprio nei territori delle comunità che subiscono oggi la proposta di spostamento del capolinea. Roma ladrona, una celebre frase di Umberto Bossi, ex leader della lega, è dedicata all’area metropolitana romana oggi beneficiaria anche di tutte le risorse finanziarie disponibili, oltre 10 milioni di euro, per interventi manutentivi del reticolo idrografico. Fondi che si sarebbero dovuti distribuire anche tra altre regioni: Abruzzo, Marche ed Umbria, rimaste però a secco.

Una nuova guerra sociale con la capitale? La prima su Roma l’abbiamo vinta nelle vesti di popoli italici. “Una discriminazione che rischia di mettere in difficoltà le famiglie e le centinaia di cittadini che dall’Aquila e dintorni si spostano, tutti i giorni, a Roma per  motivi di lavoro e studio”  interviene, ma solo per i collegamenti aquiliani, Paolo Federico, sindaco di Navelli, ma la volontà della sindaca Raggi di spostare all’Anagnina, a Sud della capitale, i collegamenti su gomma non riguardano solo l’Aquila e la Piana dei Navelli. “Non condividiamo questa scelta che impone ai pendolari di recarsi all’Anagnina, più distante da Tiburtina, servita solo dalla metro A e distante oltre 10 fermate di metro – dalla stazione ferroviaria centrale di Roma Termini, prosegue Federico – dove i pendolari possono prendere anche la linea B della metro. Chiediamo di mantenere il terminal dei bus che arrivano dal nostro territorio direttamente a Tiburtina, più vicina rispetto all’Anagnina, servita dalla linea metropolitana B e distante solo 3 fermate dallo snodo di Termini”. Su segnalazione di nolte comunità delle aree interne abruzzesi, estendiamo la richiesta anche per gli altri collegamenti tra Abruzzo e Roma su gomma che si vorrebbero spostare per volontà della Raggi.

mariatrozzi77@gmaili.com

Una risposta a "Capolinea da Tiburtina ad Anagnina, immondizie e fregature alle stelle per l’Abruzzo"

I commenti sono chiusi.