Premio Vittime del dovere ad Alessio Cesareo e Roberto Mancini, saranno premiati al seminario sull’Ecomafia

Sarà assegnato al Questore di Prato Alessio Cesareo e alla memoria di Roberto Mancini, poliziotto deceduto a seguito dei veleni della terra dei fuochi, il III premio nazionale Vittime del dovere Stefano Piantadosi.

Roberto Mancini e Alessio Cesareo premiati Report.-age.com 2018
Roberto Mancini e Alessio Cesareo
Roberto Mancini

“La premiazione si terrà al VII Seminario di criminologia Ecomafia ed agromafia: analisi, riflessioni e proposte del 9 novembre, presso il teatro comunale di Sulmona Maria Caniglia – ad annunciarlo sono Mauro Nardella Segretario della Uil Cst adriatica Gran Sasso ed Emanuela Piantadosi presidente nazionale dell’associazione Vittime del Dovere – Nel 2001, in una calda giornata di luglio, un pacco bomba esplose nelle mani dell’allora capo del commissariato di Avezzano Alessio Cesareo che perse l’uso della mano sinistra, tranciata all’altezza del polso e fu sottoposto ad una serie di interventi per il recupero della mano destra – aggiungono Nardella e Piantadosi – Nel 2014 il sostituto procuratore Roberto Mancini, poliziotto amato e stimato dai colleghi, morì dopo aver lottato a lungo per stanare i più pericolosi killer ambientali. La causa della sua morte fu correlata all’eccessiva esposizione, per via delle indagini effettuate durante la sua delicata investigazione, nelle discariche della Terra dei fuochi in Campania. Indimenticabile Nello Trocchia nel libro Io morto per dovere e l’attore Giuseppe Fiorello nella fiction Io non mi arrendo che sono riusciti ad interpretare e fare onore a chi si è donato per il bene della collettiva. Noi, nel nostro piccolo, invitiamo a non dimenticarlo”.

mariatrozzi77@gmail.com